Teschio tra gli Appennini, secondo ritrovamento macabro in pochi giorni

29 dicembre 2015 ore 19:10, Micaela Del Monte
Immaginate di passeggiare per il bosco con vostro figlio e di inciampare in qualcosa che all'apparenza potrebbe sembrare un grosso sasso. Imprecate, vi fermate e osservate su cosa avete rischiato di rompervi l'osso del collo. Non è un sasso, bensì un teschio umano, e tutto d'un tratto l'innocente passeggiata si trasforma in un ritrovamento macabro e inquietante. Non è l'incipit di un thriller o di un horror, bensì quello che è accaduto questa mattina nei pressi del Santuario della Santa Maria della Consolazione di Monto'volo sull'Appennino bolognese, dove una donna di 48 anni di Castel D'Aiano ha ritrovato i resti di un cranio, apparentemente umano

Teschio tra gli Appennini, secondo ritrovamento macabro in pochi giorni
Sul posto, si sono recati i carabinieri della stazione di Grizzana Morandi: su disposizione dell'autorità giudiziaria, il teschio è stato posto sotto sequestro in attesa di essere portato alla Medicina legale di Bologna per gli accertamenti del caso.

Ma questo non si tratta dell'unico ritrovamento strano degli ultimi giorni, ieri infatti un 38enne appassionato di metal-detecting, mentre cercava oggetti di metallo con i suoi strumenti in una chiesa sconsacrata situata in un’area boschiva, in una zona attraversata dalla “Linea Gotica”, di Castel di Casio, ha fatto la stessa scoperta e potrebbe non trattarsi di un caso vista la poca distanza tra i due luoghi del ritrovamento. In attesa di altre informazioni intanto, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, quanto rinvenuto è stato depositato presso l’istituto di Medicina Legale di Bologna. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]