Terrore a Mosca, donna brandisce testa mozzata di bambina e urla "Allah akbar" - VIDEO

29 febbraio 2016 ore 12:29, Micaela Del Monte
Attimi di terrore a Mosca dove una donna, si è avvicinata alla stazione della metropolitana Oktiabriskoie Pole di Mosca, zona semi-centrale della capitale, brandendo la testa mozzata di una bambina e urlando 'Allah akbar'. La donna di 39 anni, Gyulchehra Bobokulova, è stata arrestata con l’accusa di omicidio.

In mattinata gli agenti erano stati chiamati nello stesso quartiere per un incendio in un condominio, e avevano trovato il corpo decapitato di una bambina dall'apparente età di 3-4 anni. Nella ricostruzione dei fatti la donna, che era la babysitter forse colta da un raputs, avrebbe dato fuoco all'appartamento dopo aver decapitato la piccola. I genitori erano fuori casa con il figlio maggiore. LifeNews ha affermato che l'infanticidio sarebbe stato commesso in seguito al "tradimento del marito" della Bobokulova ma non chiarisce quale sia il legame tra i due fatti. Durante l'incendio che si era propagato nel condominio, i soccorritori hanno salvato quattro persone.

I genitori - in stato di shock e affidati alle cure degli psicologi - hanno descritto la donna come una "professionista" sempre "affidabile". Ultimamente però si lamentava del rapporto col marito ed era spesso "nervosa". Il crimine non sarebbe dunque di matrice terroristica.


Terrore a Mosca, donna brandisce testa mozzata di bambina e urla 'Allah akbar' - VIDEO

Terrore a Mosca, donna brandisce testa mozzata di bambina e urla 'Allah akbar' - VIDEO
Terrore a Mosca, donna brandisce testa mozzata di bambina e urla 'Allah akbar' - VIDEO

Terrore a Mosca, donna brandisce testa mozzata di bambina e urla 'Allah akbar' - VIDEO
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]