La storia di Belle e Sebastien domani nelle sale e contro il randagismo

29 gennaio 2014, intelligo
 
La storia di Belle e Sebastien domani nelle sale e contro il randagismo
di Gianfranco Librandi. Domani in tutte le sale cinematografiche italiane distribuito da Notorius Pictures. Di chi si tratta? Di “Belle e Sebastien”. Molti li ricorderanno di sicuro: sono stati i protagonisti di una serie animata diventata un cult negli anni '80. Ora la storia del bambino e del suo migliore amico, un bellissimo cane bianco, diventa un film. La serie è basata su “Belle et Sébastien”, una raccolta di novelle di Cécile Aubry, da cui nel 1965 era già stata realizzata in Francia una serie televisiva in 13 episodi in bianco e nero,  trasmessa in Italia nel 1967. Sebastien (Félix Bossuet), un bimbo di sette anni, orfano,  vive con il nonno in un villaggio delle Alpi francesi, l’incontro con Belle, un cane dei Pirenei fuggito da un padrone che lo maltratta, darà inizio ad un’amicizia speciale e unica, vissuta fianco a fianco nel periodo della Seconda guerra mondiale.
La storia di Belle e Sebastien domani nelle sale e contro il randagismo
La storia di Belle e Sebastien domani nelle sale e contro il randagismo
L’OIPA Italia Onlus ha dato il patrocinio al lancio italiano del film, una parte degli incassi ottenuti dalla vendita dei biglietti nel circuito UCI CINEMAS, fino al 28 febbraio, sarà devoluta in beneficenza a sostegno delle attività di salvataggio e recupero di cani senza famiglia nelle regioni del Sud Italia, le più colpite dal fenomeno del randagismo. L’iniziativa sarà realizzata con il sostegno editoriale del Gruppo Finelco (Radio Monte Carlo, Radio Bau & co.). Massimo Comparotto, Presidente OIPA Italia spiega: “Il valore educativo e formativo dell’amicizia tra cane e bambino, il superamento del pregiudizio verso ciò che non si conosce il rispetto per tutti gli altri animali che abitano questo pianeta, la percezione della natura come parte integrante e imprescindibile della vita dell’uomo: questi i messaggi chiave della pellicola che si sposano con i valori dell’OIPA e che hanno spinto l’associazione a legarsi all’iniziativa charity che accompagnerà l’uscita del film nelle sale.”La pellicola è stata presentata in anteprima a novembre ad Alice nella città al Festival di Roma, la regia è curata dal documentarista francese Nicolas Vanier (regista di “Il Grande Nord”, 2004) che ha spiegato:  ''Sono cresciuto con il telefilm, ne ero appassionato, perché parlava di animali, di natura di montagna, diventati molto importanti nella mia vita di adulto. Quando la Gaumont mi ha offerto il film, mi angosciava un po' l'idea di provare a riproporre una storia che mi aveva lasciato un segno così profondo. Ma ho accettato la sfida di distinguermi dalla serie televisiva, restando fedele agli elementi base della storia''. Un regista innamorato della natura, una delle storie di amicizia più belle che si siano mai raccontate, un impegno di solidarietà: sono i motivi per non mancare all’appuntamento del 30 gennaio con “Belle e Sebastien”.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]