Mattarella? Lo vota Silvio ma se lo al-Letta. Ecco l'ultima carta da giocare

29 gennaio 2015 ore 14:13, Marta Moriconi
letta gianniSul nome di Mattarella avanzato dal Pd la posizione degli azzurri sembrava chiara e orientata verso il no. Ma non è proprio così. Berlusconi il  grande sconfitto, sta pensando di non darlo a vedere, ossia di appoggiare anche lui il nome di Mattarella. Un po' perché il rischio (che non gli dispiacerebbe affatto) è quello di bruciarlo, come già accadde a Prodi: potrebbe accadere infatti che il giudice per colpa di quei franchi tiratori che non mancano mai e di quei fittiani e tanti altri outsider in Parlamento, possa incontrare l'insuccesso della sua vita. Un po' perché Renzi che ha lanciato ufficialmente Mattarella, forte dei suoi 580 voti anche al netto di Forza Italia, ha sottolineato ancora di più la sua perfetta strategia e quella del tutto sbagliata dell'ex Cav. A quel punto meglio che con gli azzurri il blocco guidato dal Pd e dai suoi alleati superi i 700 consensi, quindi garantisca il superamento del quorum di 673 voti richiesto per le prime tre votazioni. In quel modo Silvio avrebbe ancora una carta da giocare. Quale? Segretario generale alla Presidenza della Repubblica di Mattarella dovrebbe essere Gianni Letta. Una garanzia questa che Berlusconi potrebbe (e pare abbia proprio chiesto) arrivati a questo punto del gioco (che sta perdendo). Vedremo se gli spifferi giunti verranno confermati. Le carte sono ancora coperte, ma si stanno svelando...
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]