Addio Pietro Badaloni? Ma il giornalista smentisce. Stessa sorte toccò a Bonolis

29 gennaio 2016 ore 10:34, intelligo
Eccone un altro. È morto Piero Badaloni per Facebook e la rete, ma la notizia è falsa e chi meglio di un giornalista può dirlo? E' lo stesso Badaloni infatti, già presidente della Regione Lazio tra il 1996 e il 2000, che ha dovuto prendere la parola e forse anche riderci su. Tutto è cominciato dai social nel tardo pomeriggio di ieri. Quando è spuntato un post su Facebook della figlia del cugino che annunciava la triste notizia il diretto interessato è dovuto intervenire. 

Anche perché su twitter e sui social era già scoppiato il RIP. 
Ed ecco le parole del giornalista a 'Il Messaggero': "È da qualche ora che non faccio altro che rispondere a telefonate. (...). Il corto circuito nasce dai social network e dal post scritto da Roberta che, lavorando in Rai, tutti pensano sia mia figlia. Fortunatamente sono vivo e vegeto". Scherzo di cattivo gusto? Non sarebbe il primo. E se poi anche Wikipedia cade nella trappola la morte del  '28 gennaio 2016' diventa ufficiale. E Badaloni ci scherza su: "Meno male che l’hanno corretto subito".
Ma la notizia è una altro. Non sarebbe la prima volta che Wikipedia fa un errore su Badaloni. Lui racconta di "quell'avviso di garanzia mai
Addio Pietro Badaloni? Ma il giornalista smentisce. Stessa sorte toccò a Bonolis
preso" e chiarisce tutto ancora una volta. 
E che dire? Non è l'unico. Tempo addietro ci sono passati altri eccellenti personaggi famosi. Da Charlie Sheen, Morgan Freeman, Aretha Franklin 
In realtà sono tutti in perfetta salute! La smentita più nota è quella di Paolo Bonolis, che ha dovuto postare un video per raccontare la verità e ha spiegato: “Io non navigo ma alcuni amici mi hanno detto che in rete, dove si detiene la verità, io sono morto. Peccato, onestamente stavo bene. [...] Sinceramente non so cosa devo fare, curiosamente l’aldilà è uguale a quello che c’era prima. Comunque da morti ci si sente bene, è anche piacevole. A presto, venite prima che potete, soprattutto voi che avete messo quella roba”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]