Diritti della Rete: arriva la Magna Charta voluta dalla Boldrini

29 luglio 2015, intelligo
Diritti della Rete: arriva la Magna Charta voluta dalla Boldrini
E’ arrivato il giorno dei diritti e doveri dell’accesso a internet. Si tratta di una vera e propria Dichiarazione, quasi una Costituzione su come, perché e quando. Domani, infatti, verrà presentata a Montecitorio la Dichiarazione dei diritti in Internet. 

Iniziativa promossa dalla presidenza della Camera attraverso una Commissione ad hoc di studio e valutazione, della quale fanno parte deputati ‘smart’ sui temi dell'innovazione tecnologica e dei diritti fondamentali, studiosi, operatori del settore ed esperti. Novità assoluta nel panorama nazionale.

Ma quali sono le regole? Il testo uscito dalla Commissione parlamentare individua una serie di principi generali relative alle disparate tematiche connesse con la Rete. Il tutto fissato in 14 articoli. Nell’ottobre di un anno fa la prima bozza di Dichiarazione dei diritti in Internet, i cui contenuti sono stati sottoposti all’Ue in occasione del vertice dei Parlamenti dei Paesi membri dell'Unione e del Parlamento europeo sui diritti fondamentali (tenuta durante il semestre italiano di presidenza europea). 

Ulteriore vaglio da parte degli utenti con una consultazione pubblica (dal 27 ottobre 2014 al 31 marzo 2015). I dettagli li conosceremo dopo la conferenza stampa alla quale parteciperà la presidente della Camera Boldrini, molto sensibile alle tematiche del web, che anticiperà anche le prossime tappe. 


Seguici su Facebook e Twitter

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]