Nessun rischio crollo per il ponte di Celico, ma il VIDEO-allarme su Facebook fa tremare i Calabresi

29 luglio 2016 ore 11:50, intelligo
di Luciana Palmacci

L'allarmante denuncia è arrivata dai social, da parte di alcuni cittadini cosentini. Un tam tam mediatico nato per lanciare l’allarme per la presunta pericolosità del viadotto Cannavino sulla statale 107 Silana nei pressi di Celico. Poi il commento della giornalista Selvaggia Lucarelli che su Facebook scrive al premier Matteo Renzi di “evitare le sfilate per l’apertura dei tratti di strada dell’A3 e di intervenire per il ponte”.  Con i cellulari i cittadini hanno filmato da più prospettive il passaggio delle auto sul viadotto Cannavino, che collega le città di Crotone e Cosenza, e si nota chiaramente un abbassamento della struttura del ponte al centro del suo arco. Dopo la pubblicazione e condivisione su Facebook moltissimi utenti, hanno ventilato l'ipotesi che il ponte potesse crollare in poche ore.

Nessun rischio crollo per il ponte di Celico, ma il VIDEO-allarme su Facebook fa tremare i Calabresi

L'allarmismo si è diffuso rapidamente, tanto che il governatore della regione Calabria, Mario Oliviero, si è visto costretto a chiedere conto all'Anas delle reali condizioni dell'infrastruttura. A seguito delle numerose segnalazioni la risposta sarebbe arrivata, affermando che “non si è dimenticata” del viadotto Cannavino sulla strada statale 107 Silana-Crotonese. E’ vero che presenta un’accentuata flessione in corrispondenza delle travi tampone, ma è altrettanto vero che non è a rischio di crollo. Lo avrebbero già certificato il Politecnico di Bari, gli esiti di prove di carico statiche, dinamiche e sui materiali, una rete di monitoraggio a prismi ottici, disposti lungo i due versanti laterali del viadotto. Ciò non toglie che sul viadotto si debba intervenire con un intervento di manutenzione.
Ovviamente, ciò non è servito a placare le polemiche, anche perché gli automobilisti che ogni giorno percorrono quel tratto di strada sono costretti a constatare l'esistenza di uno smottamento del manto stradale che non fa presagire nulla di buono.

Sempre l'Anas avrebbe continuato dicendo che è quasi pronto un progetto di manutenzione del viadotto, che entro la fine dell'anno dovrebbe portare alla pubblicazione di un bando di gara e nel 2017 all'avvio dei lavori. La spesa prevista è di 1 milione e mezzo di euro.

Il video:

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]