Operazione “Oculus Rift”, 740 euro per il visore VR entro luglio: come prenotarlo in Italia

29 marzo 2016 ore 11:23, Lucia Bigozzi
Operazione “Oculus Rift”. Le prime consegne dell’Oculus Rift sono partite già da ieri, ma solo per chi lo ha ordinato nei mesi scorsi. Chi invece lo prenota oggi dal sito ufficiale, lo riceverà a partire da luglio 2016.

Detta così sembra il titolo di un film dell’inossidabile agente 007, in realtà è l’ultima irresistibile novità per gli appassionati di videogame. Ci sono voluti quattro anni ma alla fine il risultato è arrivato. Si tratta del primo set di Oculus Rift, un visore ad altissima tecnologia. E c’è una notizia nella notizia: il primo gamer ad averlo tra le mani è un abitante dell’Alaska al quale è stato inviato e che nei mesi scorsi aveva aderito alla campagna di pre-ordinazioni lanciata su Facebook due mesi fa. Il “pacchetto” comprende per ora una trentina di videogiochi, rispetto ai quali anche in Italia esiste un “popolo” di inguaribili fans. Ma quanto costa il tutto? Non poco, nel senso che Oculus Rift non è certo per tutte le tasche: si parte da un costo di 600 dollari cui ne vanno aggiunti altri mille mediamente, per un pc che abbia i requisiti richiesti per le migliori performance. E sul fantasmagorico mondo dei videogames si stanno concentrando i principali colossi. E’ il caso di Htc che ha realizzato Vive, un sistema molto avanzato il cui costo parte da una base di 800 dollari, ma in questo caso è necessario avere un pc molto sofisticato tecnologicamente. Da oggi è in vendita in Italia 

Operazione “Oculus Rift”, 740 euro per il visore VR entro luglio: come prenotarlo in Italia
Anche Sony con Playstation Vr, punta molto su questo settore, valorizzando le sensazioni di un’esperienza calibrata sulla realtà virtuale. In questo caso occorre possedere già una Playstation 4. Il costo è decisamente concorrenziale e fissato, stando alle ultime indicazioni, a 400 euro. Arriverà in Italia il prossimo ottobre. Impressionante i numeri forniti dalla Sony in fatto di ricercatori impiegati nella realizzazione del “pacchetto”: 230 sviluppatori si occupano della parte più propriamente tecnica, mentre i videogiochi attualmente in fase di elaborazione sono nientemeno che 1604: di questi una cinquantina faranno il loro debutto sul mercato – anche italiano – entro la fine dell’anno. E Oculus Rift? E’ sbarcato nel mondo reale direttamente dalla galassia virtuale ma è certo che dovrà vedersela con competitor che puntano ad avere la “vista” più lunga della sua.
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]