Droga, sesso e soldi: per lo psichiatra Meluzzi "Lapo Elkann non è un'eccezione"

29 novembre 2016 ore 16:53, Americo Mascarucci
Finto sequestro per avere 10mila dollari con cui pagare una escort trans. E' l'accusa che la Polizia di New York contesta a Lapo Elkan che sarebbe ricorso a questo stratagemma dopo aver consumato due giorni di bagordi con una trans fra sesso, alcol e droga. Stesso copione del 2005 quando Lapo rischiò di morire dopo una overdose letale.
Intelligonews ne ha parlato con lo psichiatra Alessandro Meluzzi.

Professor Meluzzi, cosa rischia ora Lapo Elkann?

"Il reato è abbastanza grave ma non conosco adesso di preciso le leggi statunitensi in materia. Tuttavia non credo che l’aspetto penale sia il più rilevante". 

In che senso?

Droga, sesso e soldi: per lo psichiatra Meluzzi 'Lapo Elkann non è un'eccezione'
"Il fatto che non avesse la disponibilità di 10 mila dollari in contanti può significare che la famiglia lo marchi stretto e da molto vicino, ma sono solo ipotesi".

Elkann dieci anni fa rischiò la vita in un contesto analogo. Ora, senza soffermarci sul caso personale, come è possibile che molte persone tornino a commettere gli stessi abusi? Il fatto di essere già scampati una volta alla morte non dovrebbe scoraggiare certi comportamenti?

"Questo fa parte delle dinamiche che riguardano tutte le persone che fanno abuso di sostanze stimolanti, ancora di più nel classico contesto dell’assunzione in presenza di escort o di trans e quindi del triangolo sesso, alcol e droga. La reiterazione del comportamento, ossia l’assunzione prolungata in presenza di prostitute o prostituti è ricorrente e comune a tante persone come dimostrano anche tanti casi che mi sono trovato a seguire personalmente. Persone che fuggivano per due o tre giorni proprio per rinchiudersi a consumare certe sostanze in presenza di partner occasionali di questa natura. Non è facile interrompere certe dinamiche, servirebbe una cura radicale e strutturale. La paura del pericolo, il rischio della morte, non sono sufficienti".

Il fatto poi che si tratti quasi sempre di persone benestanti sta a significare qualcosa?

"Non risulta che la cocaina o altre sostanze stimolanti siano estranee dai contesti benestanti, anzi la cocaina è stata sempre la classica droga per ricchi. Non dimentichiamo poi che si tratta di persone che hanno tutto, possono permettersi di tutto e hanno bisogno di andare oltre, cercando emozioni proibite. Non hanno bisogno di soddisfare le proprie emozioni comprando l'automobile di gran classe o andando in vacanza in Polinesia perché per loro è normale routine che possono permettersi in qualunque momento senza alcuna difficoltà".  

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]