Banca Bcc Paceco in amministrazione giudiziaria: commissariata contro Cosa Nostra

29 novembre 2016 ore 15:35, Americo Mascarucci
A Paceco, comune della provincia di Trapani, la Banca di Credito Cooperativo è stata posta sotto sequestro "per mafia" ed ora proseguirà la sua attività sotto amministrazione giudiziaria.
E’ il primo caso in Italia. 
Il provvedimento è scattato a seguito di un’indagine del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo da cui sarebbero emersi collegamenti con soggetti legati alla criminalità organizzata. 
Un provvedimento mai applicato prima in Italia nei confronti di un istituto bancario. 
Il provvedimento ha una durata di 6 mesi e potrà essere prorogato. 
Secondo quanto contenuto nei rapporti di Banca d'Italia e Guardia di Finanza tra il 2002 e il 2014 la banca di Pacecco avrebbe avuto circa 1600 soci, tra i quali 357 con precedenti penali, 11 dei quali con precedenti per mafia. 
Secondo la ricostruzione degli inquirenti mancati controlli sull'istituto avrebbero consentito ad una famiglia in odore di mafia di scalare i vertici della banca e di ottenere prestati a tassi agevolati.

Banca Bcc Paceco in amministrazione giudiziaria: commissariata contro Cosa Nostra
Un membro di questa famiglia avrebbe occupato la poltrona di direttore di una delle cinque filiali della banca, quella di Trapani. 
Un altro avrebbe ottenuto un prestito di 40 milioni di lire nel 1996 in barba alle normative sulla concessione dei mutui e sull'antiriciclaggio. 
Alla moglie del fratello di un collaboratore di giustizia sarebbe stato addirittura consentito di prelevare 120 mila euro dal suo conto senza segnalare l’operazione come sospetta. 
Un altro cliente della banca ritenuto vicino ad ambienti mafiosi avrebbe ottenuto un mutuo di 237 mila euro con un enorme vantaggio, ossia restituendone solo 135 mila in dieci anni.
Tra i soci della banca nomi importanti della mafia trapanese, insieme a politici e imprenditori.
Emersa anche l'esistenza di un conto corrente della Loggia massonica "Abele Damiani" del Grande Oriente d'Italia 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]