Schianto dopo la festa: giallo carburante sul dramma del Chapecoense - VIDEO

29 novembre 2016 ore 21:08, Adriano Scianca
Una strage che a qualcuno ha ricordato quella di Superga in cui venne cancellata l'intera squadra del Grande Torino. Nella tragedia aerea che ha visto un volo charter schiantarsi in una zona montagnosa alle porte di Medellin, in Colombia, è stata invece praticamente azzerata la squadra di calcio di serie A brasiliana del Chapecoense

Schianto dopo la festa: giallo carburante sul dramma del Chapecoense - VIDEO

Il bilancio parla di 75 morti e 6 sopravvissuti. Il volo era partito dall'aeroporto internazionale di San Paolo, in Brasile, aveva fatto scalo in Bolivia ed era diretto all'aeroporto internazionale di Medellin. Sul velivolo viaggiavano 81 persone (72 passeggeri e nove membri dell'equipaggio). Le sei persone sopravvissute sono: la hostess Ximena Suarez, il tecnico Erwin Tumiri, i calciatori Alan Ruschel, Jackson Follmann e Helio Zampier, il giornalista Rafael Valmorbidaa. E' morto invece in ospedale uno dei superstiti, il portiere Danilo. Il Chapecoense avrebbe dovuto giocare mercoledì la finale della Copa Sudamericana contro l'Atletico Nacional di Medellin. 

Tra le vittime anche una vecchia conoscenza del nostro calcio, Filipe Machado che ha vestito la maglia della Salernitana nella stagione 2009/2010 in Serie B, collezionando sette presenze. Si è invece salvato Claudio Winck, ex Verona, che non era stato convocato per il match. Il velivolo, un British Aerospace 146 gestito dalla compagnia charter boliviana Lamia, aveva segnalato problemi all'impianto elettrico. I piloti dell'aereo hanno inviato un messaggio di emergenza alle 22:00 di lunedì (ora locale). Ma, addirittura, le autorità non escludono che l'aereo sia rimasto a secco di carburante. 



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]