Zaia amico degli Usa ma non a costo dell'ebola. E lo scrive a Renzi

29 ottobre 2014 ore 17:13, intelligo
Zaia amico degli Usa ma non a costo dell'ebola. E lo scrive a Renzi
Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia,
ha scritto al premier Renzi e all'ambasciatore americano in Italia "per sapere quali misure s'intendono prendere per evitare la quarantena dei militari statunitensi a Vicenza". Si parla di ebola e per il leghista è importante conoscere la ragione della quarantena dei militari Usa, a cui conferma vicinanza e amicizia ma "questo non prescinde dal dire di no quando si pensa che una cosa sia sbagliata. Tra amici - ha aggiunto - lo si fa. E io penso che sia sbagliato pensare di far fare la quarantena a dei militari che erano in Liberia qui in Veneto". E a questo punto è Daniela Sbrollini, deputata del Partito Democratico, a fare il controcanto a Zaia: "E' positivo che i casi sospetti di Ebola segnalati nel nostro Paese abbiamo avuto un esito negativo, come ha dichiarato oggi il ministro della Salute durante il question time alla Camera. Lorenzin ci ha inoltre rassicurato in merito alla gestione dell'informazione che evidentemente non deve creare inutili allarmismi. La situazione quindi è sotto controllo". E' chiaro che la posizione è diversa da quella del Governatore del Veneto a cui invia un messaggio: "Può smettere di creare ingiustificate tensioni e fomentare paure nei cittadini che non fanno altro che offrire un'immagine negativa della mia Regione, il Veneto, e di Vicenza. Quello che chiediamo ora al Governo è di continuare a mantenere alta a guardia". Chissà la cittadinanza da che parte sta...
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]