Omicidio-suicidio nel Tribunale di Parigi: le polemiche sulla sicurezza come nel caso Giardiello

29 ottobre 2015, Americo Mascarucci
Omicidio-suicidio nel Tribunale di Parigi: le polemiche sulla sicurezza come nel caso Giardiello
Sembra assurdo invece la storia che arriva dalla Francia è purtroppo vera oltre che assurda.

Un avvocato, Joseph Scipilliti, ha sparato al presidente dell'Ordine degli Avvocati del Dipartimento di Melun, alla periferia di Parigi, Henrique Vannier all'interno del Tribunale della città, poi si è rivolto contro la pistola e si è ucciso. 

Pare che il presidente dell’Ordine degli Avvocati lo stesse attendendo nel proprio ufficio interno al Tribunale per notificargli l’avvenuta sospensione per non aver pagato quote e contributi dovuti.

Fra i due pare fosse aperto un contenzioso da mesi sfociato purtroppo in tragedia. Vannier versa ora in gravi condizioni. 

Una storia che per certi versi può essere accomunata a quella avvenuta al Tribunale di Milano nell’aprile scorso quando Claudio Giardiello imputato in un processo per fallimento, sparò e uccise tre persone, fra cui un avvocato e un giudice fallimentare, dopo aver eluso i controlli d'ingresso.

E la domanda che allora tutti si posero in Italia e che ora inevitabilmente molti avanzeranno anche a Parigi è come sia possibile entrare all’interno dei palazzi di giustizia con le pistole in tasca. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]