Il "super robot" opera un bambino di 9 anni a Firenze

29 settembre 2015, Americo Mascarucci
Il 'super robot' opera un bambino di 9 anni a Firenze
Un altro importante passo in avanti in campo medico è stato raggiunto dall'istituto pediatrico Meyer di Firenze in collaborazione con l'ospedale di Careggi. 

Riguarda un intervento di chirurgia urologica particolarmente complesso su un bimbo di nove anni praticato attraverso l'utilizzo di un robot che ha permesso di non invadere il fianco del piccolo. Il bambino soffriva di una malformazione congenita molto frequente in età pediatrica chiamata stenosi del giunto pielo ureterale

Il robot ha impedito il taglio del fianco altrimenti necessario per intervenire. 

"Il robot ci ha permesso di fare questo intervento senza il classico taglio sul fianco - ha spiegato l'urologo del Meyer Lorenzo Masieri - l'operazione non invasiva è stata effettuata praticando dei piccoli fori sull'addome nei quali sono state inserite cannule che veicolano gli strumenti chirurgici". "Abbiamo utilizzato invece l'ombelico - ha proseguito - per introdurre la cannula con l'ottica che ci consente un ingrandimento di immagine in 3D, dettagliatissima". 

La stenosi ureterale che affliggeva il bambino colpisce quello che è il punto di passaggio tra la pelvi (nella quale si raccoglie l'urina prodotta dai reni) e l'uretere, il piccolo condotto che porta l'urina dentro alla vescica. Una condizione, insomma, che richiede una precisione millimetrica in ambito operatorio. 

"Il robot - hanno spiegato i medici - permette una grande precisione in tutte le fasi dell'intervento, in futuro lo utilizzeremo anche per bambini più piccoli".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]