Tagli alla Sanità, bufera contro il ministro degli "esami inutili"

29 settembre 2015, Orietta Giorgio

Tagli alla Sanità, bufera contro il ministro degli 'esami inutili'
Tagliare gli sprechi e 208 esami “superfui”. I tagli alla sanità, nonostante le rassicurazioni del Ministro Lorenzin, non convincono del tutto.

Il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino aveva accusato il ministro: “L’atteggiamento del ministro della Salute non mi sembra corretto e soprattutto non ci fa andare da nessuna parte: se si sono condivise delle scelte, lo si è fatto insieme”.

Chiamparino ha spiegato: “L’appropriatezza è un tema che è giusto affrontare e che i medici stessi chiedono. Conoscono personalmente tanti anziani che hanno le case piene di farmaci che non usano”.

Mentre la Lorenzin in una intervista a quotidianosanita.it, ha detto: “Le sanzioni a carico dei medici previste dal decreto sull’inappropriatezza non le volevo, le hanno volute le Regioni”.

E commenta: "Questo decreto ha suscitato parecchie polemiche. Spero che le possiamo risolvere perché a mio parere è una misura che va incontro ai medici".

I medici di famiglia, invece, minacciano lo sciopero se il decreto non verrà rivisto. Gli oppositori sostengono che il provvedimento metta  a rischio il diritto alla salute.

Gino Strada, cardiochirurgo e fondatore di Emergency, intervistato dal Fatto Quotidiano ha commentato aspramente: “Chi decide se un esame è inutile, la Lorenzin?.  È l'ultimo scempio ai danni della Sanità: ormai medici e infermieri fanno il lavoro non grazie alle politiche pubbliche, ma nonostante queste. Nello specifico, alcuni di questi esami si potranno prescrivere solo in caso di anomalia pregressa: ma come posso accertarla se l'esame non si può fare?”

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]