Bologna, malasanità in un'eccellenza: trasfusione con scambio di sacche?

29 settembre 2015, Americo Mascarucci
Bologna, malasanità in un'eccellenza: trasfusione con scambio di sacche?
Un grave caso di malasanità, è accaduto a Bologna presso il rinomato ospedale “Maggiore”, da sempre punto di eccellenza e fiore all' occhiello della sanità italiana. Una trasfusione di sangue sbagliata durante un intervento chirurgico su un paziente quarantacinquenne ha fatto gridare allo scandalo. 

Un errore gravissimo che potrebbe anche provocare la morte di una persona, visto che l' organismo riconosce come nemici i globuli di gruppo sanguigno diverso e li annienta. Il paziente infatti avrebbe visto aggravare le proprie condizioni di salute durante l' intervento ed è stato ricoverato in rianimazione in condizioni molto critiche anche se non sarebbe più in pericolo di vita. La magistratura ha aperto subito una inchiesta per accertare le cause di questa assurda vicenda e per risalire ai responsabili anche se al momento vige il massimo riserbo e quindi non trapela nessuna informazione. 

Si presume uno scambio di sacche ma si tratta dell' ipotesi più probabile, non di una certezza. 

Anche l' ospedale ha aperto una indagine interna, ma pare che la responsabilità sia da attribuire al personale infermieristico. Una brutta storia che certamente butta un 'ombra inquietante su un polo ospedaliero di qualità sempre considerato all' avanguardia e altamente professionale. La professionalità degli operatori non è in discussione ma certamente quanto accaduto è di una gravità inaudita ed è per questo che da più parti si auspica una rapida chiusura delle indagini e un accertamento pieno delle responsabilità. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]