Notte bianca dei ricercatori dal ricchissimo programma: si viaggia con la scienza

29 settembre 2016 ore 10:34, Lucia Bigozzi
L’ultimo giorno di settembre sarà speciale. Più esattamente, la sera. Il motivo è semplice: tutti noi per una sera o per una notte, potremo interagire con gli scienziati. L’iniziativa è collegata all’annuncio dei premi Nobel che tradizionalmente vengono assegnati ogni anno durante la prima settimana di ottobre: proprio in questo frangente, i laboratori degli Atenei e degli enti pubblici aprono i battenti ai visitatori e a chi ha voglia di conoscere da vicino un’attività che oltre al valore scientifico, racchiude in sé anche un intrinseco valore sociale. L’iniziativa è denominata la “Notte europea dei ricercatori”: si tratta di una notte bianca della scienza che coinvolge in una sola notte oltre 250 città d’Europa. E’ l’undicesima edizione della manifestazione promossa dalla Commissione Europea nell’ambito delle Marie Sklodowska-Curie Actions, ovvero il programma della UE finalizzato a valorizzare e promuovere le carriere dei ricercatori in Europa. E in Italia? Si potrà stare a “tu per tu” con gli scienziati in 52 città che hanno aderito all’iniziativa ( Marie Sklodowska-Curie Actions). 

Notte bianca dei ricercatori dal ricchissimo programma: si viaggia con la scienza
In programma ci sono una serie di seminari collegati a mostre, esperimenti di laboratorio, dimostrazioni scientifiche ed anche eventi. Il giorno clou, anzi la sera clou, è quella del 30 settembre:
gli appassionati potranno partecipare da protagonisti a tutte le attività che riguardano il mondo della scienza, identificandosi per una notte, col lavoro degli scienziati. Non solo: i visitatori potranno vedere dal vivo la ‘vita’ di laboratorio e parlare, chiedere informazioni e approfondimenti ai ricercatori su quelli che ai “comuni mortali” appaiono come i grandi misteri del mondo. Un’opportunità davvero unica che, come si legge sul sito della Commissione europea consentirà agli appassionati di “incontrare i ricercatori e scoprire cosa fanno concretamente per la società, in moto interattivo e coinvolgente”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]