Minori abbandonati? No, truffatori. Un danno dei comuni

29 settembre 2016 ore 14:33, Americo Mascarucci
L'hanno ribattezzata la "truffa dei minori abbandonati", l'operazione che ha portato alla denuncia di quarantuno persone, tutte maggiorenni e di nazionalità albanese, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e truffa aggravata, reato quest'ultimo contestato a 25 minorenni.
L'operazione della Squadra Mobile di Forlì ha smascherato una tipologia di truffa molto diffusa in Italia.
25 ragazzi sono arrivati in Italia accompagnati da maggiorenni (spesso i genitori o altri parenti) per motivi turistici, poi si sono presentati ai servizi sociali dei Comuni sostenendo di essere stati abbandonati e di non avere parenti in Italia. 
La legge a quel punto impone ai Comuni di prenderli in carico e assicurare loro il mantenimento e l'educazione fino alla maggiore età, a costo zero per la famiglia.
Le indagini sono partite dall’incremento sospetto del flusso di minori non accompagnati di nazionalità albanese accolti e collocati presso strutture pubbliche del comprensorio sino al compimento della maggiore età; in tale contesto con la collaborazione dei Servizi Socio Assistenziali del Comune di Forlì, è risultato che questi ragazzi (tra i tredici e diciassette anni), sarebbero giunti in Italia accompagnati da maggiorenni (spesso i genitori o altri parenti, talvolta semplici conoscenti muniti di dichiarazione di affidamento da parte della famiglia) varcando nella quasi totalità dei casi le frontiere marittime di Bari e Brindisi con l’apparente motivazione turistica.

Minori abbandonati? No, truffatori. Un danno dei comuni
Poi però si sono presentati alle forze dell’ordine e ai servizi sociali della località prescelta, denunciando di essere stati abbandonati o di essere sfuggiti al controllo degli affidatari, così da obbligare i servizi sociali a prenderli in carico ed affidarli alle strutture presenti sul territorio.
I minori negavano infatti legami parentalisul territorio nazionale e l’assenso necessario per l’attivazione delle procedure di rimpatrio assistito.
Insomma una truffa studiata a tavolino e curata nei minimi dettagli 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]