Russia, dopo 80 anni si "risveglia" il killer-antrace: 20 casi. E' epidemia

03 agosto 2016 ore 10:53, Andrea Barcariol
Incubo antrace in Russia. Venti casi sono stati confermati nella regione siberiana di Yamal-Nenets, dove un totale di 90 persone, fra cui 50 bambini, sono state ricoverate per controlli. Ieri un bambino di 12 anni è morto dopo aver contratto l'infezione diffusa dalle renne (2.349 esemplari morti) mentre sua nonna è deceduta un giorno prima. Le famiglie dei pastori di renne sono state fatte sfollare in un campo a 60 km dal focolaio dell'epidemia che è stata facilitata dalle temperature elevatissime in tutta la Russia durante l'estate, con punte di 35 gradi che hanno portato allo scioglimento del permafrost da cui potrebbe essere emersa una carcassa di renna infetta. Nella regione sono state inviate unità militari specializzate nella guerra biologica.
"Abbiamo deciso di effettuare esami su tutti i bambini di famiglie dei pastori di renne, anche se non presentano sintomi", ha spiegato la portavoce del governatore della regione di Yamal Natalya Khlopunova, precisando il numero di minori ricoverati, in un'intervista alla Tass. L'ultima epidemia di antrace nella regione risale al 1941. Le spore dei batteri dell'antrace possono rimanere nel suolo per anni prima di essere assorbite da un animale attraverso una ferita. L'antrace infatti significa "carbone", dal colore nero delle lesioni cutanee che si sviluppano nelle vittime di questa infezione. E' pericoloso e si trova in tutto il mondo, nell'antichità è stata una delle più importanti malattie infettive. Alcuni storici ritengono che due delle piaghe dell'Esodo nella Bibbia fossero epidemie d'antrace, così come alcuni sostengono che la peste del 1630 fosse in realtà un'epidemia di carbonchio.

Russia, dopo 80 anni si 'risveglia' il killer-antrace: 20 casi. E' epidemia
Ma ormai sembrava superato il problema. Invece il virus non è sepolto tra i ghiacci della Siberia, evidentemente congelato dalle bassissime temperature, ora a distanza di 80 anni torna a fare vittime. Tutti i casi provengono dalla penisola di Yamalo-Nenetsk nella Siberia settentrionale. L’origine scatenante dell’Antrace è da ricercare nella professione della famiglia del bambino: allevatori di renne. Sembra infatti che il veicolo con cui questo pericoloso virus si sia ripresentato al mondo sia tramite le renne. Attualmente 90 persone sono in ospedale sotto stretta osservazione, 45 di queste sono bambini.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]