Camera, Colletti (5S): “Stiamo litigando con tutti: 5000 euro al mese per ogni deputato come noi"

03 agosto 2016 ore 12:19, Lucia Bigozzi
“Cinquemila euro lordi al mese per ogni deputato, esattamente quello che stiamo prendendo noi che ci siamo auto-tagliati l’indennità, e la rendicontazione precisa dei rimborsi previsti per i parlamentari, dalla diaria alle spese per i dipendenti: su questo stiamo litigando in Aula con tutti… Figuriamoci se questi rinunciano a una parte dei loro soldi…”. Così Andrea Colletti, onorevole dei 5S spiega a Intelligonews la battaglia che ha infiammato Montecitorio sull’ordine del giorno presentato dai pentastellati sul bilancio della Camera e il “tetto” alle indennità degli eletti.

Che sta succedendo in Aula alla Camera?  E cosa chiedete alla Boldrini? 

"Come interlocuzione ci rivolgiamo in particolare ai Questori, ovvero coloro che redigono il bilancio della Camera, che in questo contesto svolgono quasi la funzione del governo, tanto per far capire a chi ci legge. La nostra proposta è quella di togliere i vari privilegi che hanno tutti i parlamentari che non rinunciano a una parte di stipendio come invece facciamo noi. Quindi una rendicontazione delle somme che prendono esentasse per quanto riguarda ad esempio la diaria o il pagamento dei propri dipendenti, l’abbassamento dello stipendio parlamentare". 

Camera, Colletti (5S): “Stiamo litigando con tutti: 5000 euro al mese per ogni deputato come noi'
 
C’è un tetto che indicate per l’indennità parlamentare? 

"Nella nostra proposta, fissiamo quello che prendiamo noi, ovvero 5mila euro lordi. Noi chiediamo che tutti prendano 5mila euro lordi più tutti i rimborsi previsti però rendicontati, in modo tale che i deputati non si possano intascare quei rimborsi che non vanno a spendere". 

Discussione accesa in Aula tra grida e accuse: con chi state litigando? Siete soli a portare avanti questa battaglia o ci sono altri gruppi parlamentari pronti a dimezzarsi lo stipendio? 

"Con tutti, ovviamente. Immagino che saremo gli unici a votare il nostro ordine del giorno. Stiamo assistendo a urla e offese da parte del Pd, Ncd e quant’altro e questo fa presagire quale sarà il loro tipo di voto".

Quindi non passerà il vostro ordine del giorno? 

"Figuriamoci se questi rinunciano a una parte dei loro soldi". 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]