Che tempo fa ad Agosto e Ferragosto? Il meteorologo Maracchi: "Bello, ma c’è passaggio di alcune perturbazioni"

03 agosto 2016 ore 13:10, Lucia Bigozzi
Agosto nella norma, sia per sole che per temperature. Weekend di Ferragosto a rischio perturbazione al Nord e nel Centro Italia, con la possibilità di fenomeni anche estremi in alcune zone limitate del territorio nazionale. A settembre, nuova ondata di caldo “africano”. In pillole, le previsioni che il metereologo Giampiero Maracchi tratteggia per Intelligonews. Con un consiglio per chi parte per le vacanze, ma anche per chi si deve accontentare di una gita fuori porta…

Che agosto è dal punto di vista meteorologico?

"Per ora è un mese abbastanza normale rispetto alla stagione che abbiamo avuto in primavera e nell’inverno scorso, ovvero una stagione in cui l’inverno si è prolungato nella primavera, l’estate a è arrivata tardi e questo ha conseguenze; anche il fatto che ora comincino già delle precipitazioni in qualche misura è legato alle condizioni preliminari". 

Che tempo fa ad Agosto e Ferragosto? Il meteorologo Maracchi: 'Bello, ma c’è passaggio di alcune perturbazioni'
Con quali effetti?

"Mi aspetto che tutto sia ritardato, cioè che relativamente al periodo, ci possa essere poi un ritorno di caldo anche abbondante sempre per il periodo, anche a settembre". 

Può tratteggiare per Intelligonews una mappa dell’Italia divisa in tre parti: rilievi montani e zone Nord, isole e Centro-Sud?

"Al Nord è più probabile che ci possano essere delle precipitazioni, in particolare nell’arco alpino, meno al Sud, caldo sulle isole e al Centro una situazione variabile".

E per la giornata di Ferragosto attesa dall’esercito dei vacanzieri ma anche da chi non potrà andare in ferie, cosa c’è da aspettarsi?

"Fra sabato e lunedì, ovvero nel weekend di Ferragosto, c’è un passaggio di alcune perturbazioni che interessano sia il Nord sia l’Italia centrale". 

Per quanto riguarda le temperature ci saranno variazioni? 

"Per ora non siamo andati molto fuori dalle medie stagionali, salvo alcune giornate con venti meridionali che hanno portato aria calda dal Nord Africa".

Il fatto che sia un po’ tutto ritardato come lei ha rilevato, avrà effetti diretti nelle coltivazioni e quindi nel settore agricolo? 

"Dipende. Agli inizi della stagione, sulle piante da frutto più precoci come le albicocche, ci sono stati degli effetti perché in Italia abbiamo avuto un venti per cento in meno di produzione; su altre colture non più di tanto e per quanto riguarda la vite per il momento la produzione e la qualità dovrebbero essere buone". 

In questo mese c’è da aspettarsi qualche fenomeno estremo come a luglio?

"Sì, dopo la seconda metà di agosto è probabile l’arrivo di alcune perturbazioni, in questo caso potrebbero verificarsi in zone limitate come potrebbe essere il litorale adriatico".

A luglio abbiamo assistito ad esempio a grandinate molto violente ma anche a vortici d’aria e acquazzoni particolarmente intensi. Qual è la causa scatenante?

"Per quanto riguarda la manifestazione di eventi estremi, l’effetto scatenante è la maggior quantità di energia che a causa dei cambiamenti climatici arriva dall’Atlantico e quindi tutti i fenomeni metereologici sono a base di energia che si tratti di pioggia, grandine ma anche vento; quest’ultimo è un fenomeno dell’ultimo decennio. Possiamo aspettarci questi fenomeni in zone limitate del territorio nazionale ma con effetti spesso anche abbastanza intensi".

E a settembre come sarà il meteo? 

"Una previsione vera e propria non si può fare perché le previsioni climatiche hanno un’attendibilità molto bassa. Mi aspetto che ci possa essere nuovamente un arrivo di aria calda dal Nord Africa e quindi anche temperature per quella stagione superiore alla norma".

Che consiglio dà a chi parte per le vacanze? Ombrello in valigia o solo costume da mare?

"Anche se faccio il metereologo io l’ombrello lo porto sempre, perché è meglio essere prudenti piuttosto che buscarne, come si dice in Toscana…" (sorride, ndr)


autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]