Obama e Putin sposano l'intesa sul nucleare iraniano ma ora è Israele che divorzia

03 aprile 2015, intelligo
Obama e Putin sposano l'intesa sul nucleare iraniano ma ora è Israele che divorzia
Benyamin Netanyahu non ci sta e avrebbe già convocato d'urgenza  il gabinetto di sicurezza. 
Non piace l'accordo sul nucleare raggiunto a Losanna tra Iran e le potenze del 5+1: "L'accordo con l'Iran è un errore storico", si legge sul "Israel ha-Yom", giornale filo-governativo. 

Ma per Obama il mondo è più sicuro e si impedirà così a Teheran di ottenere l'arma nucleare, per Netanyahu questa svolta è un pericolo per la sicurezza di Israele.

E Putin? A Mosca piace l'intesa: "L'accordo riconosce diritto a nucleare pacifico" perché riconosce il "diritto incondizionato dell'Iran a perseguire un programma nucleare pacifico, incluso l'arricchimento dell'uranio, il controllo internazionale su questo programma e la revoca di tutte le sanzioni contro Teheran".

Manca solo un nodo da sciogliere: le sanzioni all'Iran.

E' il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius a parlarne. Se gli iraniani vogliono che siano tolte tutte e subito, loro dicono che vanno tolte via via. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]