Emeriti sconosciuti con più audience delle star su Facebook: è il miracolo Optimization

03 febbraio 2016 ore 9:54, Americo Mascarucci
Facebook ha lanciato "Audience Optimization"uno strumento messo a disposizione degli editori per capire meglio i gusti del loro pubblico, nonché il modo di raggiungerlo. Chiunque gestisce una pagina ufficiale, quando pubblica un post, può identificare il target di riferimento scegliendo gli interessi rilevanti per quella determinata storia. Lo strumento è già disponibile per tutte le pagine con più di 5000 fan e gestite in lingua inglese.
Questa la procedura per attivarlo: 
1. Vai sulla pagina.
2. Clicca 'Settings' nell'angolo in alto a destra.
3. Scegli la tab 'General' sulla sinistra della pagina.
4. Cerca la riga 'Audience Optimization for Posts' nel centro della pagina e clicca 'Edit.'.
5. Check off il box e inizia a usare la funzionalità.

Emeriti sconosciuti con più audience delle star su Facebook: è il miracolo Optimization
Grazie a questo singolare strumento The Verge, sito di tecnologia statunitense ha compilato "la lista definitiva" di ciò che appassiona di più su Facebook. E sono usciti dei dati davvero incredibili.
LE PUFFY AMIYUMI, gruppo musicale giapponese formato da due ragazze Yumi Yoshimura e Ami Onuki avrebbero su Facebook più fans di Beyoncé, e poco importa se poi la stragrande maggioranza dell'opinione pubblica nemmeno sa chi siano. Miracoli di Facebook.
Poi ci sono le cosiddette categorie astratte e anche qui le sorprese non mancano. 88 milioni di persone sono interessate al "peccato", 81 milioni alla "Noia" e 41 milioni al "pianto".
839 milioni sono gli interessi nei confronti dell' "amore", e 571 milioni della "felicità". Il modo in cui Facebook riesce a decifrare il pubblico di ogni interesse è vario, e si muove sulla combinazione di più fattori:  open graph protocol delle Pagine, Facebook Ads Tag e altri insiemi di dati a disposizione del social, il tutto miscelato nei famosi algoritmi.
"Dato che le categorie di interessi di Facebook sono disponibili pubblicamente, accedere ai dati è stato relativamente semplice - spiegano i reporter - emulando programmaticamente la ricerca di tutte le lettere e i numeri possibili, fino a che non venivano mostrati ulteriori risultati".
caricamento in corso...
caricamento in corso...