Affittopoli, Rocca: "Prezzi scandalosi: chi ha sbagliato deve pagare di tasca propria"

03 febbraio 2016 ore 17:06, Lucia Bigozzi
“Scandaloso: chi ha sbagliato deve pagare di tasca propria. Al Comune mancano soldi e si aumentano le rette degli asili nido poi si scopre che non ha incassato i cento milioni di euro di affitto”. E’ indignato Federico Rocca, responsabile Enti locali di FdI, già consigliere in Campidoglio nel commentare l’ennesimo scandalo che scuote la Capitale. Nell’intervista a Intelligonews va avanti e propone come fare per uscire dal pantano, con messaggi ai partiti e ai dirigenti capitolini.

Ci voleva il commissario Tronca per alzare il velo su Affittopoli? Finora tutti distratti in Campidoglio?

«Purtroppo questa è la realtà. Invito il commissario Tronca ad andare avanti e fino in fondo a questa vicenda scandalosa. Ora servono due cose, la prima: occorre individuare se ci sono responsabili all’interno degli uffici comunali che in tutto questo tempo non hanno mai controllato perché a questo punto è arrivata l’ora delle responsabilità. Bisogna chiamare a rispondere in solido coloro che creano un danno all’amministrazione comunale e ai cittadini. Secondo: per quanto riguarda i condomini, il minimo che si deve fare è adeguare l’affitto che finora hanno pagato ai prezzi di mercato e se non lo accettassero, devono liberare gli appartamenti. E nel caso in cui gli uffici comunali avessero comunicato loro l’adeguamento dell’affitto ai prezzi di mercato e gli inquilini avessero fatto orecchie da mercante, allora non solo va aggiornato il canone ma vanno chiesti anche tutti gli arretrati a far data dalla comunicazione del Comune, se c’è»

Un “giochino” costato ai romani che pagano le tasse 100 milioni di euro all’anno. Qual è la sua valutazione?

«E’ un doppio scandalo se si pensa che il commissario Tronca parlando del bilancio di previsione ha annunciato l’aumento delle rette degli asili nido per compensare la riduzione dei fondi al dipartimento di riferimento, il tutto per circa 3 milioni di euro che mancano all’appello del bilancio. Il paradosso è che da un lato alle famiglie aumentano la retta dell’asilo nido dei figli e dall’altro scopriamo che il Dipartimento patrimonio non incassa cento milioni di affitti dagli immobili di sua proprietà. Se per fare luce su questo ennesimo scandalo serviva un commissario, dico ben venga il commissario Tronca che è riuscito a mettere in luce le mancanze degli uffici comunali».

Insisto: un anno fa la denuncia è partita da un’inchiesta del Tempo e di altri media ma in tutto questo tempo nessuno se n’è fatto carico. Perché?

«Ricordo il Tempo ma anche le Iene se ne sono occupate intervistando l’allora sindaco Marino e l’assessore Neri che dissero che era tutto sotto controllo. Se un anno e mezzo dopo Tronca ha trovato questa situazione significa che nella politica per un verso e negli uffici comunali per l’altro, non è cambiato nulla. Per non parlare poi del caso del circolo Pd di via dei Giubbonari che avrebbe dovuto corrispondere un affitto di oltre mille euro ma che sarebbe stato auto-ridotto a qualche centinaia di euro perché considerato troppo caro per un circolo politico»

Da Mafia Capitale, passando per i furbetti del cartellino fino ad affittopoli: Roma è una città fuorilegge? Sarà mai possibile tornare alla normalità e alla legalità? 

«E’ possibile. Secondo me occorre agire su due fronti. Uno: cambiando le regole perché, altrimenti, il sistema ancora oggi - 3 febbraio – permette a chi ha intenzioni strane nella politica e nell’amministrazione pubblica che si ripeta quanto accaduto in passato. E certa politica finora, invece di debellare il male ci è scesa a patti. Due: per quanto riguarda la politica è ora di fare liste trasparenti, non solo i ‘mister-preferenza’ ma anche con un decalogo di caratteristiche etiche e morali che i candidati devono avere. I partiti devono guardarsi in casa e non sempre è detto che chi porta i voti sia campione di trasparenza. Cominciamo a premiare la qualità dei politici e non solo la quantità dei voti che portano»
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]