Facebook e le trans-emoji: l'ideologia di genere è social

03 giugno 2016 ore 23:59, Americo Mascarucci
Facebook non smette mai di produrre novità ed ecco che adesso si assiste all’arrivo di nuove, numerose (circa 1500) emoji, le faccine che si usano sui social network e le chat.
Il Consorzio Unicode ha approvato 72 nuove emoji, il cui lancio è previsto per il 21 giugno. 
Nel dettaglio, come riportato da un designer di Facebook sul blog ufficiale della piattaforma, Facebook Messenger rappresenterà la prima applicazione ad ospitare "un ufficiale di polizia donna, una corritrice, una surfista e una nuotatrice". 
Grande spazio alle donne dunque ma oltre ad un design più curato le nuove emoji sembrano voler rappresentare al meglio la società contemporanea. 
Inevitabile dunque trovare anche quelle in favore delle coppie dello stesso sesso. 
In messengers dunque ora si potranno utilizzare 1.500 nuove emoji, sia dal sito desktop che mobile. 
Oltre cento di queste sono dedicate unicamente ai sentimenti. Poi sono stati aggiunti molti personaggi di ogni colore e nazionalità. 
Facebook e le trans-emoji: l'ideologia di genere è social
Di recente un gruppo di dipendenti di Google ha pure proposto una nuova serie dedicata alla parità di genere sul lavoro. 

Quello delle emoji è un settore che rende anche economicamente: sugli smartphone le app che contengono le 'faccine' hanno avuto un incremento del +344%, superando anche i giochi (dati della società Flurry, riferiti al 2015). Secondo Facebook i nuovi disegni e le opzioni di genere di Messenger saranno disponibili su molti dispositivi Android e prodotti web per la prima volta.
Con l'ultimo aggiornamento apparirà il nuovo picker per accedere alla galleria di emoji posizionato in basso allo schermo nella parte sinistra della tastiera.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]