Liberi dal Fisco: italiani festeggiano il "tax freedom day"

03 giugno 2016 ore 23:59, Luca Lippi
Liberi dal fisco: oggi è il 'tax freedom day'. La data è stata ricavata da un'elaborazione, condotta dall’Ufficio studi della Cgia, in cui si indica che per l’anno in corso sono stati necessari 154 giorni di lavoro (tre in meno rispetto l’anno scorso, ma cinque in più rispetto a 20 anni fa e sette in più rispetto al 2006) per liberarsi del carico fiscale. 
Da oggi il popolo delle partite Iva, gli imprenditori e i dipendenti finiscono di lavorare per lo Stato e cominciano a guadagnare per se stessi.
Secondo i calcoli della Cgia riferiti al 2015 (ultimo anno per cui è possibile eseguire la comparazione), i contribuenti italiani hanno lavorato per il fisco fino al 7 giugno (157 giorni di lavoro necessari per pagare le tasse), vale a dire 11 giorni in più rispetto alla media registrata nei Paesi dell'Ue.

Liberi dal Fisco: italiani festeggiano il 'tax freedom day'

Il paragone con la media europea non è poi così catastrofico, e se da oggi siamo pronti a festeggiare la “liberazione” dal Fisco, dall’altra parte del cielo c’è chi sta preparando i festeggiamenti veri, ed è proprio il Fisco che è pronto a incassare fra saldi e acconti circa 40 miliardi di euro. 
È il suo Tax Day, la scadenza del 16 giugno. Se lo stato avesse mantenuto l’Imu e non avesse concesso la riduzione dell’Irap, il Tax Day sarebbe stato assai più corposo, circa 5 miliardi in più. Dunque festeggiare si ma con molta attenzione perché il 16 bisogna stare tutti sobri e ben vigili allo sportello per versare il frutto di cinque mesi di mestizia e frustrazione ma che per effetto del “mal comune mezzo gaudio” ci accomuna sotto la bandiera europea. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]