Occhio alle passeggiate: l'encefalite da zecca può essere mortale

03 luglio 2016 ore 23:59, Adriano Scianca
Del morso, spesso, non ce ne accorgiamo. Talvolta non avvertiamo neanche i sintomi. Ma a volte ci si può anche morire. Parliamo delle zecche, sulle quali gli esperti della Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali (Simit) lanciano l'allarme. A riaccendere l'attenzione su questo fastidioso insetto, il ricovero di 7 persone in provincia di Belluno. Dal 1994 ad oggi sono 194 i casi segnalati nella zona, ovvero poco meno della metà di quelli registrati sull’intero territorio nazionale. 

Occhio alle passeggiate: l'encefalite da zecca può essere mortale
Ebbene, la meningoencefalite da zecche, o primaverile-estiva, è una malattia virale acuta del sistema nervoso centrale, diffusa soprattutto nel Nord Est Italia. Nel 70-90% dei casi decorre in maniera asintomatica mentre in un 2% può essere addirittura letale. Il tempo di incubazione è variabile e l'andamento dei sintomi vede un primo episodio simil-influenzale seguito da un periodo di relativo benessere della durata di 7-10 giorni, cui segue la malattia vera e propria. Le zecche, e in particolar modo Ixodes ricinus e Ixodes persulcatus, operano sia come vettori che come serbatoi. Anche le zecche del genere Dermacentor (zecca del cane) ed Haemaphysalis possono trasmettere l’infezione. 

Il morso della zecca spesso non viene avvertito poiché nella saliva dell'animale infatti c'è una sostanza che ha un effetto anestetico. Pertanto, nel dubbio, "è indispensabile informarsi e informare sui viaggi fatti nel mese precedente la comparsa dei sintomi, così che il medico abbia tutti gli strumenti per diagnosticare la patologia - spiega Ermenegildo Francavilla, Direttore Unità Operativa di Malattie Infettive Ospedale di Belluno e membro Simit - .In provincia di Belluno, dal 1994 ad oggi sono 194 i casi di encefalite da zecche segnalati, poco meno della metà di quelli registrati in Italia. Ma fortunatamente non ci sono stati decessi".




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]