La Mela tenta Jay Z: Apple vuole Tidal (e Spotify si arrabbia)

03 luglio 2016 ore 15:02, Adriano Scianca
Lo streaming è la nuova frontiera del web, occasione per vere e proprie guerre commerciali in grande stile. Streaming televisivo e streaming musicale. È in quest'ultimo fronte che si è accesa la battaglia tra Apple e Spotify. Tra i due litiganti, Tidal, il servizio di streaming musicale che appartiene al produttore Jay Z, aspetta di capire se e con chi godere. Secondo il Wall Street Journal Cupertino sarebbe interessata a rilevare il servizio di proprietà del rapper, che ha la peculiarità di coinvolgere gli artisti in prima persona e poter puntare così sulle esclusive. 

La Mela tenta Jay Z: Apple vuole Tidal (e Spotify si arrabbia)
La capacità di Jay Z di poter attirare i colleghi fa gola a Apple, soprattutto perché Tidal ha potenzialità ancora non del tutto sfruttate: ha 4,2 milioni di abbonati paganti contro i 30 milioni di Spotify. Quest'ultima, nel frattempo, accusa Cupertino di falsare la concorrenza, bloccando un aggiornamento della sua app per spingere i clienti verso il suo servizio. Secondo indiscrezioni, Spotify ritiene che Apple abbia respinto l'aggiornamento dopo che l'azienda svedese ha iniziato a incoraggiare i suoi clienti ad abbonarsi online piuttosto che tramite il sistema operativo iOS. 

Incoraggiando i clienti ad abbonarsi direttamente tramite il proprio sito, Spotify cerca di evitare di pagare il 30% delle sottoscrizioni mensili a iOS. Spotify aveva inizialmente deciso di far pagare di più i clienti che si abbondavano tramite iOS, ai quali chiedeva 13 dollari invece dei 10 chiesti agli altri abbonati. Ma il lancio da parte di Apple del proprio servizio musicale in streaming a 10 dollari al mese ha reso l'iniziativa difficile da continuare.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]