Non cliccate quel link: nuovo virus attacca-internauti su Facebook

03 maggio 2016 ore 10:39, Luca Lippi
Imperversa un nuovo virus su Facebook? Tra un virus più aggressivo e un altro meno (ormai è una professione consolidata quella dell’ hacker) uno in particolare sta creando diversi fastidi ai navigatori spensierati del social più famoso.
Gli utenti vengono menzionati nel primo commento al post di un amico, ma se si clicca sul contenuto del post si scarica automaticamente un malware. Negli ultimi due giorni sono migliaia gli utenti italiani che hanno ricevuto la notifica sospetta. A mettere in guardia dal virus anche "Una vita da social", l'account ufficiale della Polizia di Stato per la promozione di un uso corretto dei social. Il virus si cela dietro la solita notifica "Sei stato menzionato in un commento". Cliccando sulla notifica, l'utente viene reindirizzato a un post di un amico. Tutto normale fin qui. Il post infetto, però, contiene un link a un video e un alto numero di contatti taggati nei commenti. Se l'utente clicca sul link, si aprono una serie di finestre di spam, mentre il computer scarica un virus. Il virus, ripubblica automaticamente il post infetto dal proprio contatto e tagga tutti gli amici.

Non cliccate quel link: nuovo virus attacca-internauti su Facebook

Il malware si installerà sul nostro dispositivo e cercherà informazioni importanti relative alla nostra persona. Tutti i gli amici rischiano di essere colpiti perché, avendo accesso al nostro profilo, il virus potrà conoscere anche la lista dei contatti.
Gli assistenti di Facebook stanno lavorando per risolvere il problema il prima possibile e invitano gli utenti a mantenere la calma. L'unica cosa che rimane da fare nell'attesa è avvisare i nostri contatti del pericolo, informare l'assistenza se siamo stati colpiti oppure eliminare subito il post dalla bacheca senza aprirlo.
Come evitarlo? E’ piuttosto semplice, basterebbe essere lievemente meno morbosi in generali, ma se proprio non riuscite a resistere alle pulsioni allora dovete rinunciare per una volta all’istinto, rinunciare ad interagire con il post già dall’arrivo della notifica, non visualizzare il commento e non avviare l’anteprima del video.
Ad oggi le condivisioni calcolate sono circa 53 milioni. Fra avvertimento all’utenza e disagio sociale la forbice è veramente esiziale.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]