Pato da Arezzo a Napoli è tornato a casa: il suo muso anche su una vela

03 maggio 2016 ore 11:22, intelligo
di Luciana Palmacci

Era scomparso il 28 ottobre di 3 anni fa a Santa Firmina (Arezzo) mentre giocava in giardino con Asso, un jack russell. Pato, un bulldog francese bianco e nero, da quel giorno era sparito e i suoi padroni disperati si sono mobilitati con ogni mezzo per ritrovarlo. La bella notizia, preceduta da segnalazioni che si rivelavano solo somiglianze, è arrivata ieri, quando a Portici (Napoli) un giovane ha notato il cagnolino dormire su un materasso. Il ragazzo lo ha preso e portato alla Usl locale dove, grazie alla lettura del microchip, è stato possibile rintracciare i proprietari. “Per noi questo diventa un giorno rosso nel calendario” ha detto la padrona, che al tempo aveva affittato perfino un apecar con una vela pubblicitaria per far circolare la gigantografia del cagnolino.

Pato da Arezzo a Napoli è tornato a casa: il suo muso anche su una vela
 I padroni avevano addirittura previsto una ricompensa di 2mila euro, tappezzato la città di volantini e scatenato un tam tam mediatico sui social che a distanza di quasi tre anni era ancora attivo (era nato un gruppo seguitissimo su Facebook “Aiutiamo Pato a tornare a casa”). Insomma tanta ansia che alla fine si è conclusa con la chiamata da Napoli. “Adesso vogliamo incontrare il suo salvatore” ha continuato la padrona che dopo un respiro di sollievo pensa già all'organizzazione di una festa. Resta solo un velo di mistero su come abbia fatto Pato a percorrere gli oltre 400 chilometri che dividono la Toscana dalla Campania. Poco importa ora ai “genitori” che da quel 28 ottobre non hanno perso mai la speranza.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]