Rene sano asportato per errore: a Lucca i commissari Asl fanno luce sulla tac (sbagliata?)

03 maggio 2016 ore 12:05, Americo Mascarucci
Il caso del rene asportato per errore ad un paziente nell'ospedale di Lucca sarà esaminato dalla commissione disciplinare dell'Asl Toscana che si riunirà domani mercoledì 4 maggio. 
La commissione composta da tecnici dovrà soprattutto valutare il comportamento dei medici che hanno effettuato l’intervento asportando ad un paziente un rene sano. L’errore secondo le prime ricostruzioni sarebbe stato causato da una tac sbagliata che avrebbe in pratica scambiato il rene sano con quello affetto da tumore e dunque da asportare. 
Con il risultato che il paziente si ritrova ora con un rene in meno e con quello malato ancora addosso. 
La commissione dovrà quindi fare luce sulla vicenda che ovviamente sarà anche oggetto di indagine della magistratura. 
L'Asl Toscana Nord Ovest evidenzia "che il personale sanitario del carcere San Giorgio, che ha seguito fin dall'inizio il paziente curandolo in maniera da lui stesso definita soddisfacente, fa parte anch'esso dell'azienda e ha lavorato in sinergia e in pieno accordo con gli operatori dell'ospedale San Luca, dove poi è stato purtroppo compiuto il drammatico errore".
La Asl ribadisce la "piena disponibilità a venire incontro a tutte le esigenze del paziente per un successivo percorso terapeutico". 

Rene sano asportato per errore: a Lucca i commissari Asl fanno luce sulla tac (sbagliata?)
L’uomo, ex titolare di un’impresa edile di ristrutturazioni, dal marzo scorso è detenuto nel carcere San Giorgio. Deve scontare una condanna per bancarotta,  
Il radiologo dopo aver esaminato la Tac scrive sul referto che il tumore è sul rene destro. Secondo indiscrezioni non avrebbe considerato che il soggetto era prono e non supino, come invece avviene di solito per questo tipo di esami. 
Anche il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin ha deciso di inviare gli ispettori della task force istituita presso il Ministero per verificare quanto accaduto nell'ospedale.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]