Tim Cook "non incassa" il calo Apple: "Non potrete fare a meno degli iPhone"

03 maggio 2016 ore 16:04, Americo Mascarucci
Tim Cook è ottimista sul futuro di Apple e non sembra minimamente preoccupato dai risultati del secondo trimestre fiscale che per la prima volta dal 2003 hanno mostrato una flessione del fatturato nel confronto anno su anno, dovuta al calo delle vendite di iPhone.
Un calo che però Cook sembra smentire fino a sostenere che in realtà non sarebbe reale ma solamente percepito. 
"Il calo di vendite – spiega - è soltanto percepito e dovuto ad un tasso di aggiornamento straordinariamente alto nell'ultima parte del 2014 e nel 2015 con il pubblico che è passato ad iPhone 6, grazie inoltre alle opportunità di crescita nei mercati di Cina e India. Abbiamo grandi innovazioni in serbo – annuncia il CEO di Apple - Nuovi iPhone che incentiveranno le persone che hanno oggi un iPhone ad aggiornarsi. Stiamo per offrire cose di cui non si può fare a meno e di cui oggi non si sa di averne bisogno. E' sempre stato l'obiettivo di Apple, fare cose che davvero arricchiscono la vita delle persone. Cose per cui ti guardi indietro e non capisci come hai fatto a vivere senza. Siamo piuttosto riservati, ma vorrei dire che siamo molto entusiasti delle cose su cui stiamo lavorando".

Tim Cook 'non incassa' il calo Apple: 'Non potrete fare a meno degli iPhone'
La parola magica è Apple Wacht: Tim Cook è convinto di avere il jolly in tasca: 
"Apple Watch diventerà via via migliore. Siamo ancora in una fase di apprendimento. Se si guarda iPod, allora non fu visto come un successo, ma oggi viene ritenuto un successo avvenuto da un giorno all'altro. Io penso che nel giro di pochi anni le persone diranno 'Come ho potuto pensare di non indossare questo orologio?' Perché farà molte cose, e da un momento all'altro sarà considerato un successo".
Ma nel futuro i successi maggiori sembrerebbero arrivare dal continente asiatico.
"In Cina, ad esempio - spiega Cook - si assiste a un altissimo tasso di switcher da Android a iOS, con delle crescite del 40% in questi primi mesi del 2016. Lo stesso mercato cinese è cresciuto del 70% nel corso dell’ultimo anno, per uno dei quarti più solidi di sempre". Cook vede poi future possibilità di successo anche in India, dove la penetrazione del mercato è ancora complessa per gli operatori stranieri a causa della diffusione dell’LTE ancora molto ridotta.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]