Il cancro al seno è (anche) questione di geni: svelata la mappa delle cause

03 maggio 2016 ore 14:43, Andrea De Angelis
La ricerca ha scritto una pagina importantissima per quanto riguarda l'annosa battaglia contro il cancro al seno. Un tumore che colpisce oltre mezzo milione di donne italiane, con quasi cinquantamila casi sono nell'anno appena trascorso. Fortunatamente si tratta anche di un male che ha un basso indice di mortalità con percentuali vicine ai quindici punti. 

"Una pietra miliare nell’ambito della ricerca sul cancro al seno". Ha usato queste parole sir Mike Stratton, direttore del Sanger Institute, per commentare i risultati dello studio, pubblicati su Nature, che ha coordinato e che ha individuato i 93 geni che, se mutati, possono causare il cancro. Come spiega Ok Salute, per capire le cause dei tumori, i ricercatori sono partiti dalla necessità di comprendere cosa succeda nel nostro DNA che permette a tessuti sani di sviluppare il cancro. Il team internazionale di scienziati ha messo sotto osservazione 560 casi di tumore al seno, analizzando il profilo genetico delle pazienti, scandagliando oltre 3 miliardi di basi del codice genetico. In questo modo sono riusciti a individuare 93 geni che, se mutati, possono causare il cancro

Il cancro al seno è (anche) questione di geni: svelata la mappa delle cause
"Vogliamo inviare questa lista alle università, alle aziende farmaceutiche, alle società biotecnologiche – ha detto con entusiasmo Stratton – in modo che comincino a sviluppare farmaci ad hoc. Ci sono già molti farmaci che abbiamo messo a punto negli ultimi 15 anni contro queste mutazioni, quindi sappiamo come lavorare". Stratton dice che ci vorrà ancora una decina di anni perché queste nuove terapie possano arrivare negli ospedali. "Il cancro è una bestia infida, che trova sempre il modo per resistere alle nuove cure – argomento Stratton – quindi sono ottimista, ma un ottimismo moderato".
Ha ragione il direttore del Sanger Institute. Illudere i pazienti, infatti, può essere pericoloso ed ha poco a che fare con la professione del medico e più in generale dello scienziato, ricerca compresa. Di certo, però, una simile mappatura fa ben sperare per il futuro e può essere annoverata come ottima notizia. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]