Inarrestabile Huawei: tra Apple e Samsung spunta il terzo incomodo

03 maggio 2016 ore 15:49, Andrea De Angelis
"Apple o Samsung?". Quante volte vi avranno posto questa domanda. Top di gamma, certo. Perché le alternative sono circa una decina e assolutamente da non sottovalutare. Il terzo gradino del podio, però, possiamo dire essere di Huawei e non è detto che i gradini non possano vedere cambiamenti importanti. Perché? Semplice. Il prodotto presentato lo scorso mese non ha nulla da invidiare agli altri, anzi. E rappresenta sicuramente il più grande attacco al monopolio dei due eterni rivali. 

Andiamo con ordine. In Italia Huawei P9 è disponibile nei colori Mystic Silver e Titanium Grey in preordine dal 7 aprile e nei negozi dal 16 aprile al prezzo di € 599 (3 GB Ram, 32 GB di memoria). Huawei P9 Plus sarà disponibile dal 20 maggio nella colorazione Quartz Grey al prezzo di € 749 per la versione con 4 GB di Ram e 64 Gb di flash. Insomma, per chi ama la tecnologia è facile intuire che simili prezzi sono a dir poco competitivi. Considerando anche che si tratta di quelli di partenza. 
Venendo poi alle novità, sicuramente la più grande è quella relativa alla fotografia. Una autentica rivoluzione. Punto di forza degli smartphone sono infatti le due fotocamere posteriori frutto della collaborazione con l'azienda tedesca Leica, nome storico della fotografia. Una 'Rgb' che cattura il colore e l'altra monocromatica per catturare la luce. Risultato: 270% di luce in più rispetto all'iPhone 6S e il 96% in più rispetto al Galaxy S7, assicura Huawei. Insieme alla messa a fuoco selettiva e ai controlli manuali dei parametri per scattare, che "fissano il nuovo standard della fotografia su smartphone". 
Inarrestabile Huawei: tra Apple e Samsung spunta il terzo incomodo
Durante la presentazione i paragoni con la Apple sono stati continui. Il messaggio non è certo velato: apparire superiore all'azienda di Cupertino. La sfida, insomma, è aperta. Anche per quanto riguarda la batteria: si supera finalmente di poco la giornata intera di autonomia, e con dieci minuti di ricarica è possibile parlare per sei ore. Merito anche del nuovo processore Kirin 955 a 2.5Hz e 64-bit sviluppato da Huawei stessa. 

La nuova notizia, o meglio indiscrezione, è che Huawei e Xiaomi starebbero preparando uno smartphone con un display curvo, forse diverso da quello del Samsung Galaxy S7 edge.
Samsung è stato il produttore di smartphone ad introdurre sul mercato un telefono smart con lo schermo curvo, e sta puntando sempre di piu' su questo tipo di device LG è al lavoro su un prodotto simile, secondo le indiscrezioni di inizio anno. Alla lista presto potrebbero aggiungersi anche Huawei e Xiaomi, stando a quanto si vocifera. Un rapporto cinese segnalato da Sammobile nel mese di aprile, sostiene che Huawei e Xiaomi lanceranno smartphone con display curvo, con la produzione dei pannelli commissionata a Samsung e LG. Quando accadrà questa svolta che sa di rivoluzione? Probabilmente dopo l'estate e comunque in tempo per le prossime feste natalizie, quando la vendita di smartphone registra, di solito, una classica impennata.

L'obiettivo per l'anno in corso è secondo Daniele De Grandis, direttore esecutivo di Huawei Italia per la divisione consumer, di raddoppiare le vendite portandole a 4 milioni di unità nel 2016, e per questo ci sarà un investimento in pubblicità "significativamente superiore" ai 10 milioni di euro vociferati, intorno ai 15 milioni.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]