Arrestato il sindaco Pd di Lodi. Salvini su Twitter non aspetta: "Riunione a San Vittore?"

03 maggio 2016 ore 16:11, Andrea De Angelis
Si tratta, forse, della notizia del giorno. A riportarla sono le principali agenzie. Simone Uggetti, sindaco di Lodi ed esponente del Partito Democratico, è stato arrestato con l'accusa di turbativa d'asta.

L'accusa si riferisce agli appalti a due piscine comunali. Il sindaco sarebbe già stato interrogato negli uffici della Guardia di Finanza che sta eseguendo perquisizioni negli uffici del Comune di Lodi e in studi.
Ad avviare la denuncia parrebbe essere stata una funzionaria del Comune che ha lamentato pressioni indebite da parte del sindaco nell'ambito del bando di gara, del marzo scorso, relativi alla concessione di due piscine scoperte, così come riportato dall'Adnkronos. 
Il gip di Lodi, Isabella Ciriaco, ha disposto per il sindaco della città Simone Uggetti e per l'avvocato gli arresti in carcere "per il pericolo di reiterazione del reato, ma soprattutto - scrive in una nota la Gdf di Lodi - per l'alto rischio di inquinamento probatorio, stanti le condotte già poste in essere dagli indagati, che hanno tentato -in alcuni casi anche con successo- di occultare prove indispensabili per la ricostruzione dei fatti". "Non ultima fra queste condotte -si legge ancora- deve segnalarsi la formattazione effettuata sui computer e altri supporti informatici a loro in uso".

Arrestato il sindaco Pd di Lodi. Salvini su Twitter non aspetta: 'Riunione a San Vittore?'
Dopo l'ordinanza di custodia cautelare il sindaco è stato sospeso dalla carica. ''Le funzioni di rappresentanza e di coordinamento dell'amministrazione comunale -si sottolinea in una nota ufficiale del Comune- di vengono pertanto assunte dal vice sindaco, Simonetta Pozzoli''.
Simone Uggetti, 42 anni, è succeduto nel 2013 come sindaco a Lorenzo Guerini, attuale vicesegretario nazionale del Pd, che è stato primo cittadino di Lodi per otto anni, dal 2005. Nelle due giunte di Guerini Uggetti è stato assessore all'ambiente, urbanistica, mobilità sostenibile e attività produttive.

Tra i più critici numerosi esponenti del Movimento 5 Stelle. Il senatore Vito Crimi in un post su Facebook, scrive: “Ne hanno preso un altro. Se la schiforma costituzionale fosse già in vigore, Uggetti potrebbe essere uno dei ‘senatori’ del nuovo Senato voluto da Renzi, Boschi e Verdini, protetto dall’immunità parlamentare”. E ha poi aggiunto: “Abbiamo ancora la possibilità di fermare questo schifo. Il prossimo ottobre, al referendum, votiamo No e impediamo a questa gente di nascondersi nel nostro parlamento e salvarsi dalle manette. Coraggio”.
Grillo interviene invece sul blog: “Continua l’epopea di arrestati piddini nelle amministrazioni locali”, si legge nel post. “Oggi tocca al sindaco piddino di Lodi Simone Uggetti, farà carriera nel partito di Verdini! Per il prossimo è già partito il countdown: le città amministrate dal Pd sono martoriate da debiti, truffe e danni economici ai danni dei cittadini per incompetenza o per connivenza”. E poi chiude con un messaggio per le prossime elezioni amministrative: “Il 5 giugno si vota per tornare a respirare: è semplice, basta essere onesti. Onestà! Onestà! Onestà!”.

Anche Salvini non ha fatto mancare un commento al vetriolo, arrivato tra i primi via Twitter:

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]