Adam Lambert, il sostituto di Mercury a Milano: "Senza i Queen esplode la mia creatività"

03 maggio 2016 ore 20:11, Andrea Barcariol
Adam Lambert  il cantante chiamato a sostituire Freddie Mercury nei Queen si esibirà domani 4 maggio all'Alcatraz di Milano con il suo show da solista. 
La data milanese è inserita all'interno di un tour promozionale che l’artista ha lanciato per il suo ultimo lavoro discografico, "The Original High". 
Il concerto dell’Alcatraz sarà solo un anticipo: il 25 giugno 2016, infatti, Adam Lambert rivestirà i panni di ‘cantante dei Queen’ e si esibirà con lo storico gruppo in uno show imperdibile al Piazzola del Brenta. 
"Metterò a frutto la mia esperienza nel teatro musicale e trasformerò lo show in una parabola emotiva. – ha annunciato il cantante – Si passerà dal buio alla luce. Le canzoni della prima parte tratteranno di problemi, lotte, ostacoli da superare. A metà concerto ci sarà un picco. E la conclusione sarà una celebrazione, una gran festa. I fan sono avvisati: farò canzoni che non mi hanno mai sentito cantare prima”.

Adam Lambert, il sostituto di Mercury a Milano: 'Senza i Queen esplode la mia creatività'
Al Tgcom Lambert spiega la differenza fra l’esibizione in solitaria e i concerti dei Queen in vista della tanto attesa reunion.
"Non parlerei di emozioni differenti ma di diversi modi di affrontare lo spettacolo – spiega - Con i Queen devo essere veramente esagerato, al limite del ridicolo, anche negli abiti di scena, perché è la musica che lo richiede, devo essere calato nel ruolo. Nel mio tour invece esplode la moda attuale e ballo e posso esprimere la mia creatività. Ho curato ogni singolo aspetto dello show. Il mio atteggiamento è allo stesso tempo uguale e diverso. Semplicemente ho modo di mostrare diverse facce della mia personalità. Ma entrambe rappresentano molto per me". 
In effetti Lambert si è spesso presentato al pubblico con i look più stravaganti, eccentrici e provocatori, passando poi di colpo a performance più sobrie e meno scandalistiche. 
Non c'è da stupirsi considerando che Lambert è cresciuto sotto l'influenza musicale di artisti come David Bowie, Michael Jackson, Queen e Led Zeppelin.
Lambert è ebreo, si è esibito cantando in ebraico a diversi eventi, cantando canzoni come Shir LaShalom. Sempre sulle stesse tematiche, Lambert ha partecipato alla versione statunitense del musical "I dieci comandamenti", interpretando Giosuè ed eseguendo il brano "Is Anybody Listening?". 
Lambert è dichiaratamente omosessuale. Ma sempre a Tgcom proprio sulla domanda relativa all'importanza che la musica può avere nella sensibilizzazione e nell'affermazione di certe tematiche dice: "Credo possa essere molto importante, ma non è necessario che venga usata in questo modo. La musica ha diversi significati a seconda della gente che l'ascolta. E' questa la sua bellezza". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]