Civati attacca: "Se Renzi ci perde son guai per tutti"

03 novembre 2014 ore 16:55, intelligo
Civati attacca: 'Se Renzi ci perde son guai per tutti'
Renzi era sembrato pronto alla spaccatura, anzi, sembrava auspicarla. A ricordargli cosa significherebbe, anche se non ha alcuna intenzione di "costituire un soggetto politico" è Pippo Civati che ora scrive sul suo blog: "Se il Pd si spacca per irresponsabilità di chi lo guida" ad andarsene non sarà "un pezzo di sinistra radicale di idioti" ma un'area "grandina che nonè un atomo. E se si va avanti così si ingrandisce ogni settimana". E anche se il premier è convinto che dalla separazione possano scaturire più voti dal centrodestra per lui, Civati non molla e prosegue spiegandogli cosa succederebbe: "C'è una retorica per la quale o stai con Renzi e voti tutto (anche quello che trovi palesemente sbagliato oppure controproducente oppure inefficace) perché altrimenti sei della sinistraestremaradicaleradicalchicminoritariaperdenteanzisconfitti sta. Però se il Pd si spacca per irresponsabilità di chi lo guida, perché la responsabilità (come il potere) va divisa secondo le proporzioni, non se ne va un pezzo di sinistra radicale di idioti. Vi piacerebbe, dico a chi lo scrive in ogni articolo, ma non è così. Se il Pd si spacca - avverte Civati - sono guai per tutti. E prima di fare provocazioni a ogni passo, a ogni dichiarazione, a ogni intervista, da parte degli uomini del governo, a cominciare dal suo premier (molto ciarliero a mezzo Vespa) consiglierei più cautela. Perché sono loro quelli che rischiano di mettere in discussione un risultato notevole e dividere la sinistra (in questo caso da se stessi)".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]