Mannoia, nuovo album: "Vecchiaia? Non esiste per le combattenti"

03 novembre 2016 ore 9:44, Adriano Scianca
Fiorella Mannoia si riscopre "Combattente". Così si intitola il suo nuovo album, in uscita il 4 novembre. Un lavoro a cui hanno lavorato artisti come Ivano Fossati e Giuliano Sangiorgi: "Giuliano per me è un fratello: abbiamo cantato insieme, ci incontriamo non appena possibile. Era inevitabile. Invece con Ivano la collaborazione non si è mai interrotta. Però abbiamo trovato una formula che dieci anni fa avrei creduto impossibile. Ovvero io scrivo i testi e lui la musica. È iniziata con il disco 'Sud'. La prima volta che ho scritto un testo gliel'ho fatto leggere per avere un giudizio. E lui ha voluto musicarlo. Questa volta gliel'ho proprio chiesto. Il brano è la giusta conclusione del disco, il sunto di quello che noi siamo, metà alla luce e metà al buio".

Mannoia, nuovo album: 'Vecchiaia? Non esiste per le combattenti'

A quattro anni dal precedente album di inediti, "Sud", l'artista torna per raccontare le donne che non mollano: "Tutto il disco ha un filo conduttore e un sapore autobiografico, che inizialmente non era voluto - spiega -. Sono storie di donne che combattono per la ricerca dell'affermazione e della propria identità. Io combatto ma non sono certo l'unica. Tutte combattono per un'idea, un'ingiustizia, un traguardo. Combattente è un termine che riguarda un po' tutti".

Non manca un brano - "Ogni domenica con te" - dedicato a sua mamma, scomparsa a luglio. "Non mi prendo meriti che non sono miei - puntualizza -. È un regalo che mi hanno fatto Cesare Chiodo e Bungaro. Io ho solo messo a posto alcune cose che loro ovviamente non potevano sapere. Avevo raccontato loro molte cose del mio rapporto con mia mamma e loro le hanno messe insieme in questo racconto che è stato davvero un regalo". Il disco della maturità? Per la Mannoia “la vecchiaia non esiste, è uno stato mentale: il corpo vabbé, ma la testa finché rimane curiosa ti fa venire voglia di giocare con il mondo. Un tempo c’erano il lavoro, i figli. Il progresso ti dà il tempo di mantenerti in forma. Privilegi della nostra generazione”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]