MacBook Pro, la verità di Schiller: "Prima lo scetticismo poi ordini record"

03 novembre 2016 ore 10:31, intelligo
di Stefano Ursi

Gli ordini di MacBook Pro sono i più alti di sempre, rispetto ai modelli precedenti. Lo ha reso noto in un'intervista all'Independent, senior vice president Worldwide Marketing di Apple, Phil Schiller. Relativamente alle critiche e ad un certo scetticismo che si era diffuso prima dell'uscita di Mac Book Pro, così Schiller: “Ad essere sinceri è stata un po' una sorpresa per me, anche se alla fine non avrebbe dovuto esserlo. Ci siamo presi un consistente rischio e chiaramente ogni passo avanti comporta un cambiamento con cui confrontarsi. Il risultato – dice – è il miglior notebook che abbiamo mai realizzato”. Proprio Schiller, nel giorno del lancio di MacBook Pro aveva così commentato: “attraverso gli anni ciascuna generazione ha introdotto nuove innovazioni e possibilità, ed è naturale che questa generazione completamente nuova di Mac Book Pro rappresenti il maggior salto in avanti ad oggi mai fatto”. Rispetto ad un possibile modello che fonda laptop e notebook, Apple non pare propensa a studiarci sopra, visti anche i risultati che in queste ore emergono.

COM'E' MAC BOOK PRO - CARATTERISTICHE E NOVITA'

MacBook Pro, la verità di Schiller: 'Prima lo scetticismo poi ordini record'
Photo - Screen Video
Il nuovo MacBook Pro è dotato, si legge nella nota descrittiva di Apple, di un guscio unibody dal design completamente nuovo e interamente in metallo che crea un notebook estremamente rigido e solido ma anche molto sottile e leggero. Con 15,5 millimetri di spessore, è più sottile del 14 per cento e ha il 20 per cento di volume in meno rispetto a prima e pesa 1,8kg, più leggero di oltre 200 grammi. Arriva anche il sistema Touch ID, che consente una lettura rapida e accurata della propria impronta digitale e utilizza algoritmi sofisticati per riconoscerla e abbinarla con il secure element nel nuovo chip T1 di Apple. Capitolo display, decisivo per un notebook: troviamo il display Multi-Touch Retina chiamato “Touch Bar”. A 500 nits di luminosità, offre il 67 per cento di luminosità in più rispetto alla generazione precedente, il 67 per cento in più di contrasto. Grazie alle tecnologie di risparmio energetico come la maggiore apertura dei pixel, spiega Apple, una frequenza di refresh variabile e LED a minore consumo il display consuma il 30 per cento di energia in meno rispetto a prima. Le prestazioni. Mac Book Pro è dotato di processori Intel di sesta generazione dual-core Core i5 con eDRAM, dual-core Core i7 con eDRAM e quad-core Core i7. Tutti i modelli, si legge, sono dotati di SSD con velocità di lettura sequenziale a oltre 3 GBps e Thunderbolt 3 che consolida il trasferimento di dati, la ricarica e il doppio della larghezza di banda video in una singola porta - consentendo agli utenti di gestire un display 5K e alimentare il proprio MacBook Pro con un unico cavo. Infine su Mac Book Pro troviamo macOS Sierra, il sistema operativo desktop con nuove funzioni come l’integrazione di Siri, Universal Clipboard, Apple Pay sul web e Foto.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]