C'era una volta il Pd: -80% di iscritti. E Bersani...

03 ottobre 2014 ore 18:33, Andrea De Angelis
Lo avevamo scritto meno di sette giorni fa: il numero 80 sta rischiando di diventare una maledizione per il Segretario del Partito Democratico.    
C'era una volta il Pd: -80% di iscritti. E Bersani...
      Se infatti il bonus voluto da Matteo Renzi rientra nelle voci relative al suo Governo, questo numero per quanto riguarda il partito rischia di diventare un incubo. Dopo la batosta delle primarie in Emilia Romagna che ha visto recarsi alle urne oltre l'80% di cittadini in meno, è sempre questa la percentuale di iscritti al partito che manca rispetto allo scorso anno. Come anticipato da La Repubblica, sarebbero meno di centomila le persone che hanno deciso di rinnovare o avere per la prima volta la tessera del Partito Democratico. Nulla rispetto ai 539.534 del 2013, con gli anni precedenti sempre intorno al mezzo milione di iscritti. A Napoli, tanto per fare l'esempio più eclatante, si è passati da decine di migliaia a centinaia di tessere, mentre in Umbria e Veneto sono meno della metà le persone registrate.    

C'era una volta il Pd: -80% di iscritti. E Bersani...

"Un partito fatto solo di elettori e non più di iscritti, non è più un partito. Lo Statuto dice che il Pd è un partito di iscritti e di elettori", ricorda Bersani che può vantare mezzo milione di tesserati durante la sua Segreteria. La risposta arriva da Lorenzo Guerini: "Spiace che qualcuno, basandosi su proiezioni inventate, apra una polemica inutile", aggiungendo che l'obiettivo "è superare i 300mila iscritti a fine anno, veri". Comunque il 40% in meno, che è sempre la metà di quel numero maledetto...  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]