Ecco perché Paola Muraro ha querelato Renzi

03 ottobre 2016 ore 16:10, Americo Mascarucci
L'assessore all'Ambiente del Comune di Roma Paola Muraro ha querelato per diffamazione il premier Matteo Renzi per gli "indebiti accostamenti fatti con l'inchiesta su 'Mafia Capitale'". 
Oggi l'avvocato Alessio Palladino, uno dei difensori della Muraro, ha depositato la querela negli uffici di Piazzale Clodio.
A far scattare la denuncia della Muraro la dichiarazione di Renzi con la quale il Premier sembra dare per scontato il coinvolgimento della Muraro nelle vicende di Mafia Capitale. 
Coinvolgimento invece che al momento è tutto da dimostrare visto che ci sono indagini in corso e nulla è stato anche accertato.
 
Ecco perché Paola Muraro ha querelato Renzi
"La mia assistita - dice il penalista - si è posta da tempo a disposizione degli inquirenti, ma speculare sulla sua vita privata o rappresentare fatti non veri è solo indice, a nostro parere, di una azione diffamatoria".
   Ma Renzi preso dalla foga per la campagna referendaria ha menato duro nel tentativo di mettere in evidenza quella che a suo giudizio sarebbe una dimostrazione della "doppia morale dei 5Stelle". 
Ma come detto le indagini sono in corso, la Muraro al momento è soltanto indagata e formalmente non colpevole di nulla. 
E se il buongiorno si vede dal mattino c'è da star certi che la campagna referendaria sarà tutt'altro che pacata. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]