Le sanzioni alla Russia ci costano 200 milioni di danni. Ora lo dice il governo

03 settembre 2014 ore 16:43, intelligo
Le sanzioni alla Russia ci costano 200 milioni di danni. Ora lo dice il governo
La cifra ora è ufficiale, come la fonte che la diffonde: il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina e dunque il governo. Finora ammontano ad almeno 200 milioni di euro i danni per il settore agroalimentare italiano causati dall'embargo imposto dalla Russia su alcune categorie di prodotti europei come ritorsione alle sanzioni Ue per la crisi ucraina.
L’entità del danno è stata quantificata da Martina a margine della presentazione all'Europarlamento a Bruxelles delle priorità del semestre di presidenza italiana del Consiglio Ue. Il ministro ha spiegato che per i danni “siamo nell'ordine dei 200 milioni per quanto riguarda i settori già coinvolti” e ha aggiunto che c’è da valutare “bene l'impatto che il blocco delle importazioni può generare anche per via di secondi o terzi effetti, per cui i rimbalzi di mercato che possono esserci nello spazio europeo”. Martina ha poi sottolineato: “Abbiamo dei fondi e delle risorse in ambito comunitario per la gestione delle crisi. Penso che la Commissione faccia bene ad attivare questi strumenti. Il nostro impegno è a fare cose utili, funzionali e rapide che siano veramente dedicate alle imprese più coinvolte”. Intanto venerdì è previsto un Consiglio Ue straordinario sull'Agricoltura per discutere delle contromisure all'embargo imposto dalla Russia e in quella sede, Martina chiederà di “attivare tutti gli strumenti che sono già nel novero delle iniziative possibili per accompagnare in particolare i settori più colpiti”.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]