"Cantavo Roma merda": bufera sull'assessore Esposito

03 settembre 2015, intelligo
L'assessore ai Trasporti nella Capitale, Stefano Esposito, ieri, durante la trasmissione La zanzara di Giuseppe Cruciani in onda su Radio 24, lo ha ammesso subito, senza problemi: "Sono stato un ultra della Juve".

'Cantavo Roma merda': bufera sull'assessore Esposito
Nulla di eccezionale, direte. Anche perché un certo Walter Veltroni non ha mai nascosto la sua passione per i colori bianconeri e come lui tanti altri volti noti della capitale.
Cruciani però ha capito che poteva andare oltre e incalzandolo gli chiede: "Dicevi Roma merda?". A quel punto Esposito non esita, da vero tifoso bianconero e ammette: "Uh una quantità di volte che non sono neanche in grado di contare, tantissime. Ho fatto anche qualche trasferta a Roma. E cantavo 'Roma merda, Roma Roma merda", canticchia in diretta. 

Le confessioni vanno avanti. "I tifosi della Roma però non li puoi proprio vedere? E qualche volta hai menato allo stadio?", gli chiede Cruciani. L'assessore sincero risponde: "Eh no, abbiamo anche avuto delle esperienze a Torino...Diciamo che c'ho provato, ma ce l'ho prese. Sassi? No mai tirati ma qualche rissa però l'ho fatta". Sul campionato in corso precisa: "Se la Roma non vince lo scudetto godo - continua ancora l'assessore torinese della Giunta Marino - ma sarebbe peggio se lo vincesse la Fiorentina o il Torino. Romanisti rosiconi? Sì - conclude alla Zanzara Radio 24 - sono anni che si lamentano di partite, linee, palle uscite o non uscite, siamo ancora a Turone. Basta".

L'audio, pubblicato sul sito dell'Ansa, sta diventando già virale. 

Anche perché, come riporta La Repubblica, sono arrivate le gaffe anche sulle linee bus della città. Da assessore ai Trasporti ha detto di non conoscere il percorso del 64, uno dei bus più utilizzati a Roma cheva dalla stazione Termini a San Pietro. "Non so dove va. Io ho in mente il 106, il 64 non lo so".
Nemmeno sul fronte taxi Esposito si è mostrato preparato. "E quanti sono i taxi a Roma?", hanno chiesto Cruciani e David Parenzo. "Non ne ho idea - ha risposto l'esponente Pd -. Per il momento i tassisti non sono incazzati con l'assessore. Ma non so quanti sono. So solo che ce ne vorrebbero di più, sono newyorkese. Ne vorrei tanti in più".

La polemica è diventata subito politica con le dichiarazioni di Gianluca Peciola, capogruppo di Sel: «Siamo sbalorditi dalle rivelazioni del neo assessore ai Trasporti Esposito in merito al suo passato da ultrà della Juve e del tifo contro la Roma. La Giunta capitolina è composta da troppe persone distanti da Roma. E ora scopriamo anche da chi odia Roma e la sua squadra».

Su Twitter poi, come riporta Il Messaggero, è scontro con l'ex assessore alla Mobilità della giunta Alemanno, Antonello Aurigemma: «Ma oltre il Sindaco 'SottoMarinò Roma merita anche questo! - ha così twittato Aurigemma - Ridate la matita ai romani». Immediata la risposta del senatore Pd: «Pensa ai guai che avete fatto in 5 anni, la matita nel 2018». E via al botta e risposta affidato al social.
«Scaricabarile non serve ai romani. Pronti a discutere e confrontarci per bene Roma. Comunque sempre e solo FORZA MAGICA ROMA», scrive Aurigemma. «Per il confronto la mia porta è sempre spalancata», twitta Esposito.

Nella discussione, in ultimo, è entrato anche Francesco Storace che suggerisce: «Antonè, nun te fa fregà da sto imbroglione del nord». «No no imbroglione sono i tuoi amici camerati», è la replica di Esposito.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]