Migranti, Meloni censurata? Scatta il bavaglio davanti Palazzo Chigi

03 settembre 2015, Marta Moriconi
Migranti, Meloni censurata? Scatta il bavaglio davanti Palazzo Chigi
Giorgia Meloni, presidente di Fdi-An, oggi si è imbavagliata a pochi passi da Palazzo Chigi mostrando un cartello con su scritto: 'il governo Renzi ci vorrebbe tutti cosi! #bavagliodistato'. 

Poi ha attaccato: "Il governo italiano, sedicente ufficio anti discriminazioni razziali, mi manda una lettera per censurare le mie parole in tema di immigrazione. In buona sostanze esiste un ufficio del governo che noi paghiamo con i soldi degli italiani, che si permette di dire agli italiani e ai parlamentari cosa possono e nonpossono dire. Praticamente siamo alle prove generali di regime: prima ci hanno tolto il diritto di voto, adesso ci vogliono togliere il diritto di parola".

Per la Meloni si tratta di una vera e propria censura, messa in atto nei confronti degli stessi italiani "perché io sono un parlamentare 
eletto da alcune centinaia di migliaia di cittadini per sostenere le sue idee. Renzi fattene una ragione - ha proseguito-,in Italia è pieno di gente che non la pensa come te ed è pieno di gente che non vuole sottostare ai diktat di questo governo fantoccio che nessuno ha eletto".

"Noi continueremo a portare avanti le nostre idee a testa alta - promette - Spero che dopo la lettera dell'Unar non mi arrivi anche il 
cazziatone della Boldrini e mi auguro anzi che il presidente della Camera abbia qualcosa da dire su parlamentari censurati da burocrati di Stato e che magari abbia qualcosa di dire anche il Presidente dellaRepubblica".
Intanto su twitter c'è #'IostoconlaMeloni e #Noalbavagliodell'Unar'. 

Alle 18 è previsto anche un tweet storm con l'hastag #bavagliodistato.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]