Orrore in Siria e Iraq: "oltre 10mila corpi" in 72 fosse comuni

30 agosto 2016 ore 11:20, Andrea De Angelis
Un orrore che sembra non avere mai fine. Una scoperta per certi versi prevedibile, ma non per questo meno agghiacciante. Numeri impressionanti, come se un intero paese fosse stato trovato sepolto. Non dalle macerie, come abbiamo purtroppo imparato a vedere la scorsa settimana proprio in Italia, ma dalla violenza dell'uomo. Dalla guerra

L’agenzia di stampa Associated Press ha documentato l’esistenza di 72 fosse comuni realizzate dall’Isis in Iraq e Siria e prevede che altre verranno alla luce sulla scia della ritirata del gruppo. I dati sono frutto di interviste esclusive, fotografie e ricerche. 
In Siria l’Ap ha ottenuto l’ubicazione di 17 fosse comuni, inclusa una con centinaia di corpi di una singola tribù. Il totale dei morti, secondo le stime dell’agenzia, oscilla tra 5.200 e oltre 15.000

Orrore in Siria e Iraq: 'oltre 10mila corpi' in 72 fosse comuni
Nel racconto di un sopravvissuto del Sinjar (patria degli yazidi) c'è tutto l'orrore delle esecuzioni. I miliziani dello Stato islamico prima rastrellano uomini dai villagi vicini, li portano in una zona che serve per le esecuzioni e per la sepoltura, dove gli sparano. Poi, usando un bulldozer sempre pronto lì nei pressi, li seppelliscono. In quella specifica fossa del Sinjar, esecuzioni e seppellimenti sono andati avanti per sei giorni.
Una cosa è sicura: avere una stima certa dei corpi è un'impresa quasi impossibile.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]