CheBanca si prende Barclays: cosa cambia per clienti?

30 agosto 2016 ore 15:44, Americo Mascarucci
Seduta positiva per Mediobanca che a Piazza Affari ha segnato una progressione del 2,27%. 
Gli acquisti, oltre che dal vento positivo che soffia sulla Borsa Italiana, sono sostenuti dalla notizia dell’avvenuta acquisizione da parte di CheBanca! delle filiali retail italiane di Barclays.
L’acquisizione riguarda 220mila clienti retail mentre il corrispettivo fissato per l’operazione è stato di 240,5 milioni di euro.
Nel dettaglio, la banca guidata dall'ad, Gianluca Sichel, ha rilevato da Barclays il ramo d'azienda costituito da 220 mila clienti retail, di cui oltre 50 mila nella fascia premium (ovvero con totale attivo superiore ai 50 mila negli ultime tre anni), una raccolta diretta per 2,9 miliardi, raccolta indiretta per 2,9 miliardi (di cui 2 miliardi di risparmio gestito), mutui residenziali per 2,5 miliardi tutti in bonis, 85 filiali sul territorio, 564 dipendenti appartenenti all’area commerciale retail e 68 promotori finanziari. 
La cessione del retail network italiano a CheBanca mostra gli ulteriori progressi nell'attività di ridimensionamento di Barclays Non-Core che porterà a un decremento, pro-forma al 30 giugno 2016, dei Risk Weighted Assets di circa 0,6 miliardi di euro e a una perdita ante imposte di 258 milioni, che è stata totalmente contabilizzata nel quarto trimestre 2015. 
"Attraverso questa operazione abbiamo voluto dare una forte accelerazione al piano di sviluppo di CheBanca", commenta GianLuca Sichel, ceo di CheBanca al Sole 24 Ore "l'acquisizione delle attività retail di Barclays in Italia permetterà di arricchire significativamente la base clienti, mantenendone un elevato profilo qualitativo. Risulteranno inoltre rafforzate le nostre competenze e il nostro modello di business multicanale, unico nel mercato per accessibilità e innovazione"
Con l'acquisizione, il gruppo Mediobanca, oltre ad ottenere una maggior visibilità nell'industria del risparmio gestito, migliora anche la qualità degli attivi. 

CheBanca si prende Barclays: cosa cambia per clienti?
"L'accelerazione del ridimensionamento di Barclays Non-Core è una componente importante della nostra strategia, volta a colmare il gap tra i rendimenti di gruppo e quelli nel nostro solido core business. La scorsa settimana abbiamo completato la vendita del business analytics and index a Bloomberg e l'annuncio di oggi evidenzia ulteriormente che siamo in linea con l'obiettivo di chiudere Barclays Non-Core entro la fine del 2017" commenta Jes Staley, Barclays Group Ceo.
 "La finalizzazione di questo accordo non può che rendermi soddisfatta perchè rappresenta la risposta che la succursale italiana ha dato alla strategia di Gruppo impegnata a focalizzarsi sul Core Business", aggiunge Alessandra Perrazzelli, Barclays Country Manager Italy, precisando che "nel nostro Paese, Barclays continuerà a operare nell'Investment e Corporate Banking, business attraverso i quali continueremo a servire i nostri clienti, facendo anche leva sull'expertise di gruppo".


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]