Baltimora, arriva lo schiaffo al buonismo: "Aveva ragione mamma"

30 aprile 2015, intelligo
Baltimora, arriva lo schiaffo al buonismo: 'Aveva ragione mamma'
"Capisco le ragioni di mia madre, che mi ha menato in strada". Michael dice pure che le "aveva le sue" ma il 17enne nero di Baltimora preso a schiaffi da mamma Toya in diretta tv non è il ribelle tutto d'un pezzo che non ragiona. Ha sbagliato a lanciare sassi alla polizia, e lo dice in un'intervista alla "Stampa", ma dice anche che "vivere qui è uno schifo. Ecco perché stavo protestando". 

Il video virale dunque alla fine è condiviso anche dal figlio, che così dà lui uno schiaffo anche al buonismo della nostra epoca che vuole i genitori amici dei figli, che però aggiunge: "Avrei preferito che non mi picchiasse così, davanti alle telecamere. Adesso pensa come mi tratteranno i compagni di scuola". 

I due vivono a Rayner Avenue con Michael e ci sono altre cinque figlie da sfamare per Toya. 

Sarà che ha temuto seriamente di perdere il figlio che la mamma degli schiaffi ha deciso di protestatre anche lei con lui e a modo suo: "Non voglio che il mio Michael faccia la fine di Freddie Grey".

Ma in un posto dove la droga "è dappertutto", anche se lui beve alcolici e non si fa, la realtà è che "i ragazzi finiscono per spacciare perché non hanno altro da fare"

Ma basta tutto passato. Michael sa che la madre lo ha preso a schiaffi "perché mi vuole bene. Ma lo sai come lo ha spiegato a me? Mi ha chiesto cosa mi avevano fatto quei poliziotti per prenderli a sassate. Non è che posso girare la testa dall'altra parte solo perché non mi hanno mai arrestato. Decine di miei amici, tipo Freddie, vengono abusati tutti i giorni dalla polizia. Ogni volta è come se lo facessero a me. Questo deve finire perché senza giustizia non avremo neppure la pace, né il lavoro". 

E pensare che toccava a Obama cambiare la sorte dei neri di Baltimora. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]