La strage dei cristiani in Kenya arriva a Padova: la foto choc e le polemiche

30 aprile 2015, intelligo
La strage degli studenti cristiani in Kenya non è stata dimenticata da Padova. Ma per qualcuno è troppo forte. E per altri, come Panorama, Paolo Giordano "manipola una strage". 

La strage dei cristiani in Kenya arriva a Padova: la foto choc e le polemiche
Lo scorso 2 aprile l’eccidio di Garissa ad opera di terroristi islamici. Ora a Padova 84 studenti dell’Università locale hanno riprootto, fotograficamente, quella strage, buttandosi a terra come morti, insanguinati. 

Su Il corriere lo scrittore Paolo Giordano aha spiegatop l'iniziativa così: “Attribuire a quei corpi delle fattezze più simili alle nostre, sostituire al cortile di Garissa il chiostro di un’università europea, e valutare che cosa sarebbe cambiato”. 

Un esperimento virtuale, un'idea che qualcun'altro ha realizzato, ma che neanche lui credeva si concretizzasse in questo modo così preciso e d'impatto: "Certo non immaginavo che qualcuno mi avrebbe preso in parola. Su impulso di Silvia Giralucci (figlia di Graziano Giralucci, missino vittima della violenza delle Brigate Rosse), del fotografo Enrico Bossan e dello staff di Fabrica, alcuni studenti dell’università di Padova hanno deciso di posare per uno scatto simile a quello comparso su Internet e sui giornali, con i loro corpi distesi nel luogo che frequentano ogni giorno. Immagine contro immagine dunque, perché – almeno a giudicare dalle motivazioni scritte che in molti hanno allegato per aderire al progetto – non vi è mezzo che comunichi in maniera più ampia ed efficace di una fotografia. Sulle prime ero perplesso. In parecchi si erano interrogati sull’opportunità di far circolare la foto originale: a che scopo, addirittura, replicarla? 

Su uno scempio come quello di Garissa non erano ammessi esercizi di stile…".


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]