Secondo sì all’Italicum con 37 nì: tutti dal Pd

30 aprile 2015, intelligo
Secondo sì all’Italicum con 37 nì: tutti dal Pd
Seconda fiducia, secondo sì. L’Italicum avanza nell’Aula di Montecitorio insieme alla spaccatura dentro al Pd.

I numeri del voto di oggi sono più o meno quelli di ieri: i parlamentari che fanno pronunciato la parola “favorevole” sono stati 350 contro i 193 che davanti ai banchi della presidenza della Camera hanno dichiarato “contrario”. Ieri sul primo articolo della riforma elettorale i numeri erano stati: 352 sì e 207 no. Nel pomeriggio il terzo voto, poi quello finale la prossima settimana.

Ieri come oggi si è riprodotta plasticamente la spaccatura dentro il Pd: i 37 parlamentari che non avevano partecipato al voto, non lo hanno fatto neppure stamani. Secondo i dati elaborati dal gruppo dem di Montecitorio rispetto alla prima fiducia, sono risultati cinque i deputati assenti “giustificati”. Non era invece presente in Aula al momento delle operazioni di voto il parlamentare di Sel, Toni Matarrelli che ieri aveva votato sì alla fiducia sulla riforma elettorale e che aveva annunciato il suo passaggio al Gruppo Misto. 

Rispetto alla prima fiducia, tra l'altro, sono cinque gli assenti giustificati' nel gruppo del Pd. Mentre oggi è risultato assente al momento del voto Toni Matarrelli, il deputato eletto con Sel che ieri ha detto sì alla fiducia all'Italicum per poi andare al gruppo Misto.

LuBi


      
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]