Norvegia shock, esplode elicottero: 13 morti, anche un italiano. I dati sugli incidenti

30 aprile 2016 ore 11:21, Andrea Barcariol
Tredici morti, tra cui anche un italiano. È il tragico bilancio di un incidente di volo avvenuto in Norvegia dove un elicottero è precipitato nel Mare del Nord, a Bergen, andando completamente distrutto. La Farnesina "conferma la presenza di un connazionale a bordo dell'elicottero precipitato a Turoey, nell'ovest della Norvegia". Fonti del ministero degli esteri aggiungono che "l'Unità di crisi si è immediatamente mobilitata ed è in stretto contatto con l'ambasciata italiana ad Oslo e le autorità locali". Le cause dello schianto sono ancora da chiarire ma secondo molti testimoni si tratterebbe di un’esplosione in volo. Morti anche i due passeggeri che inizialmente risultavano dispersi, secondo il portavoce del Centro soccorsi. A bordo c’erano due piloti e undici specialisti della Statoil, colosso petrolifero norvegese. Il velivolo era un modello di Eurocopter, sussidiaria di Airbus ora nota come Airbus Helicopters, su cui nel 2012 «furono scoperti errori nella progettazione della trasmissione». Lo ha fatto sapere l’Autorità per l’aviazione civile di Oslo. Negli anni seguenti il modello fu «oggetto di restrizioni al volo», ha precisato l'ente. In una nota, Statoil annuncia di avere messo a terra tutti gli elicotteri di questo modello.

Norvegia shock, esplode elicottero: 13 morti, anche un italiano. I dati sugli incidenti
Il velivolo è precipitato da un’altezza di circa 650 metri stando ai dati riportati dal sito «flighradar24». L'Eurocopter stava rientrando a Bergen dalla piattaforma estrattiva «Gullfaks B», nel Mare del Nord, quando per un'avaria è esploso ed è piombato sugli scogli davanti all'isolotto di Troyen, a una quindicina di chilometri dalla città. A collaborare all'inchiesta ci sarà un team di specialisti inglesi, quelli dell'Air Accidents Investigation Branch. L’ESSI (European Strategic Safety Initiative) ha reso pubblico il rapporto sugli  incidenti  elicotteristici  europei che si  basa  sulle  analisi  effettuate  dall’EHSAT (European Helicopter Safety Analysis Team). In  totale,  il  24%  degli  incidenti  sono  avvenuti  durante  l’hovering mentre il 68% degli  incidenti fatali sono avvenuti in rotta.
Nella maggioranza degli incidenti il pilota aveva una esperienza di volo limitata; nel 33% dei casi il pilota aveva meno di 1.000 ore di volo sugli elicotteri. Nel 26% dei casi il pilota aveva meno di 100 ore di volo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]